venerdì, 20 ottobre 2017

Oscar®: vince Moonlight

Oscar®: vince Moonlight

Roma, 27 febbraio (Fr. pierl) – Un momento degno di una commedia degli equivoci, che ha avuto per inconsapevoli protagonisti Warren Beatty e Faye Dunaway, ha segnato il gran finale degli Oscar® 2017. I due attori leggendo da una busta sbagliata che gli era stata data, annunciano come miglior film LaLa Land. Baci e abbracci e tutto il cast sul palco a ringraziare, solo per annunciare poco dopo che in realtà miglior film è il dramma di Barry Jenkins, Moonlight (tre Oscar in tutto). Un po’ di caos, che non turba il grande risultato del musical di Damien Chazelle, vincitore in tutto di sei statuette, compresi miglior regia, miglior attrice a Emma Stone, miglior colonna sonora e miglior canzone.

Fuocoammare di Gianfranco Rosi non la spunta fra i documentari, dove vince O.J.: Made In America di Ezra Edelman, ma l’Italia porta comunque a casa i due Oscar per Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregorini premiati con Christopher Nelson per il trucco di Suicide Squad.

Come previsto convitato di pietra della serata e bersaglio preferito del presentatore Jimmy Kimmel è stato Donald Trump: dall’ironia sui suoi giudizi a proposito di Meryl Streep, salutata da ovazione e standing ovation alle battute sul muro e il muslim ban. Il tema è stato evocato seriamente in molti altri momenti, come la vittoria dell’Oscar al miglior film straniero, andato a Asghar Farhadi per Il cliente. Il regista iraniano che per il provvedimento di Trump non può entrare negli Usa,  ha mandato un messaggio, sottolineando ”il potere del cinema nell’abbattere i pregiudizi su nazionalità e religione”.

Tra le sorprese della serata, anche caramelle e dolci piovuti dall’alto del Dolby Theater e la divertente visita in sala di un gruppo di turisti.

Ecco tutti i vincitori:

Miglior film

Moonlight di Barry Jenkins

Miglior regista

La La Land  di Damien Chazelle

 

Miglior attrice protagonista

Emma Stone per La La Land

 

 

Miglior attore protagonista

Casey Affleck per Manchester by the Sea

 

 

Miglior attrice non protagonista

Viola Davis per Barriere

 

 

Migliore attore non protagonista

Mahershala Ali per Moonlight

 

 

Miglior documentario

O.J.: Made In America di Ezra Edelman prodotto da Caroline Waterlow

 

Miglior film straniero

Il cliente, Iran, Asghar Farhadi

 

 

Migliore sceneggiatura originale

Kenneth Lonergan per Manchester by the Sea

Migliore sceneggiatura non originale

Barry Jenkins, Tarell Alvin McRaney per Moonlight

 

 

Miglior film animato
Zootopia di Byron Howard, Rich Moore prodotto da Clark Spencer

 

Miglior corto

Sing di Kristóf Deák

 

Miglior montaggio

John Gilbert per Hacksaw Ridge

Migliore fotografia

Linus Sandgren per La La Land

 

 

Migliori costumi

Colleen Atwood per Creature fantastiche e dove trovarle
Migliore colonna sonora

Justin Hurwitz per La La Land

 

 

Migliore canzone originale

City Of Stars da La La Land; Musica di Justin Hurwitz; testo di Benj Pasek e Justin Paul

Miglior montaggio sonoro

Sylvain Bellemare per Arrival

Miglior suono

Kevin O’connell, Andy Wright, Robert Mackenzie e Peter Grace per Hacksaw Ridge

Miglior corto documentario

The White Helmets di Orlando Von Einsiedel And Joanna Natasegara

 

 

Migliore scenografia

Sandy Reynolds-Wasco, David Wasco per La La Land

 

Makeup And Hairstyling

Alessandro Bertolazzi, Giorgio Gregorini e Christopher Nelson per Suicide Squad

Migliori effetti speciali

Robert Legato, Adam Valdez, Andrew R. Jones e Dan Lemmon per The Jungle Book
Miglior corto animato

Piper di Alan Barillaro

 

Leggi anche