domenica, 11 dicembre 2016

Mia, tra novità e grandi autori

Mia, tra novità e grandi autori

Roma, 11 ottobre (Fr. Pier) “Volevamo avere operatori di grandissimo livello e ci siamo riusciti” lo dice Lucia Milazzotto, direttore del Mia, presentando alle Terme di Diocleziano (una delle sedi degli incontri in programma) la seconda edizione del Mercato Internazionale Audiovisivo (20-24 ottobre), nell’ambito della Festa del Cinema di Roma (13-23 ottobre).
Nel 2015 il Mia progetto di Anica e Apt, attuato da Fondazione Cinema per Roma, ha avuto 1317 accreditati da 58 Paesi. Solo per la parte Mia – Cinema, quest’anno già annunciati 400 partecipanti internazionali, 100 film in screenings, 24 progetti di coproduzione da 14 Paesi. Tra le novità la sezione What’s next Italy, con 15 titoli ‘in divenire’ di autori affermati o emergenti. Assaggi’, con clip in anteprima di film italiani molto attesi come Rosso Istanbul di Ferzan Ozpetek (in un evento anche per la stampa); Smetto quando voglio Reloaded e Smetto quando voglio revolution di Sydney Sibilia; Ammore vero dei Manetti Bros; Brutti e cattivi di Cosimo Gomez, con Marco D’Amore e Claudio Santamaria; Amori che non sanno stare al mondo di Francesca Comencini; Che vuoi che sia di Edoardo Leo; Non è un paese per giovani di Giovanni Veronesi, Nico 1988 di Susanna Nicchiarelli; Falchi di Toni D’Angelo, Classe zeta di Guido Chiesa.

Tra le coproduzioni internazionali invece figurano Molly di Sally Potter, Son of a very important man di Najwa Najjar e in Young Audience Spotlight, proposte per il pubblico più giovane, Il fenomeno di Cosimo Alemà e The rebels di Claudio Noce.

Spazio anche alle produzioni per il piccolo schermo, il documentario e l’animazione. Mia Tv, presenta fra gli altri, in Drama Pitching Forum 2016, 10 progetti di coproduzione, fra i quali l’italo/francese Casanova’s Daughters e Seven Kings (Usa/Germania). Il Pitching forum di Mia Doc si concentra su progetti di documentario e factual su arte e cultura come Il club dei 27 di Mateo Zoni, sul mondo di Giuseppe Verdi attraverso gli occhi di un 11enne e La scienza dei miracoli di Jesus Garces Lambert sui segreti dei miracoli conservati negli Archivi Vaticani. “Il governo sostiene con grande forza il Mia – spiega Ivan Scalfarotto, sottosegretario allo Sviluppo Economico – perché sa mettere insieme le intelligenze del nostro settore audiovisivo per valorizzarne tutte le qualità”.

Il Mercato Internazionale dell’audiovisivo ha un budget di un milione e 900 mila euro. Di questi un milione 350 mila viene dal ministero dello Sviluppo economico, che sostiene il Mercato con Ice – Agenzia Per la promozione all’estero; promotori anche Mibact e Cinecittà Luce.

Leggi anche