lunedì, 5 dicembre 2016

L’Italia agli Oscar con Rosi

L’Italia agli Oscar con Rosi

Roma, 26 settembre – Sarà Fuocoammare di Gianfranco Rosi il candidato italiano agli Oscar come miglior film non in lingua inglese. Il documentario è stato scelto in una selezione di sette candidati che comprendeva: Gli ultimi saranno gli ultimi di Massimiliano Bruno, Indivisibili di Edoardo De Angelis, Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti; Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese; Pericle il nero di Stefano Mordini; Suburra di Stefano Sollima.

La cerimonia di consegna degli Oscar si terrà a Los Angeles domenica 26 febbraio 2017. La Commissione di selezione era composta da Nicola Borrelli, Direttore Generale Cinema del Mibact; Tilde Corsi e Roberto Sessa, produttori; Osvaldo De Santis e Francesco Melzi d’Eril, distributori; Piera Detassis e Enrico Magrelli, giornalisti; il regista Paolo Sorrentino e Sandro Veronesi, scrittore.

Il film che racconta attraverso diversi sguardi la vita quotidiana sull’isola di Lampedusa, insieme all’impatto dello sbarco dei migranti, aveva debuttato all’ultimo Festival di Berlino dove ha vinto l’Orso d’oro. Tra gli altri premi conquistati negli ultimi mesi, c’è anche il Nastro d’argento speciale ricevuto poco dopo il trionfo alla Berlinale.

La notizia della candidatura agli oscar arriva a pochi giorni dal debutto del film sul piccolo schermo, Il 3 ottobre, in prima serata su Rai3, nella Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione.

Tra i principali candidati all’Oscar pr il miglior film non in lingua inglese, già annunciati dagli altri Paesi, ci sono: Julieta di Pedro Almodovar (Spagna), The Salesman di Asghar Farhadi (Iran), Death in Sarajevo di Danis Tanović (Oscar nel nel 2002 con No Man’s Land) per la Bosnia -Erzegovina; Land of Mine di Martin Zandvliet (Danimarca) Toni Erdmann di Maren Ade (Germania), Paradise di Andrej Končalovskij (Russia), Ma vie de courgette di Claude Barras (Svizzera), The Age of Shadows di Kim Jee-woon (Corea del Sud), Desierto di Jonás Cuarón (Messico).

Negli anni precedenti sono stati candidati per l’Italia all’Oscar per il miglior film in lingua non inglese:
2015 – Non essere cattivo di Claudio Caligari
2014 – Il capitale umano di Paolo Virzì
2013 – La grande bellezza di Paolo Sorrentino (Oscar vinto)
2012 – Cesare deve morire di Paolo e Vittorio Taviani
2011 – Terraferma di Emanuele Crialese
2010 – La prima cosa bella di Paolo Virzì
2009 – Baarìa di Giuseppe Tornatore
2008 – Gomorra di Matteo Garrone
2007 – La sconosciuta di Giuseppe Tornatore
2006 – Nuovomondo di Emanuele Crialese
2005 – La bestia nel cuore di Cristina Comencini (nomination)
2004 – Le chiavi di casa di Gianni Amelio
2003 – Io non ho paura di Gabriele Salvatores
2002 – Pinocchio di Roberto Benigni
2001 – La stanza del figlio di Nanni Moretti
2000 – I cento passi di Marco Tullio Giordana
1999 – Fuori dal mondo di Giuseppe Piccioni
1998 – La vita è bella di Roberto Benigni (Oscar vinto)
1997 – Il testimone dello sposo di Pupi Avati
1996 – La mia generazione di Wilma Labate
1995 – L’uomo delle stelle di Giuseppe Tornatore (nomination)
1994 – Lamerica di Gianni Amelio
1993 – Il grande cocomero di Francesca Archibugi
1992 – Il ladro di bambini di Gianni Amelio
1991 – Mediterraneo di Gabriele Salvatores (Oscar vinto)
1990 – Porte aperte di Gianni Amelio (nomination)
1989 – Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore (Oscar vinto)
1988 – La leggenda del Santo bevitore di Ermanno Olmi
1987 – La famiglia di Ettore Scola (nomination)
n.b. E’ l’anno dei nove premi Oscar a L’Ultimo imperatore di Bernardo Bertolucci.
1986 – Notte d’estate con profilo greco di Lina Wertmuller
1985 – Maccheroni di Ettore Scola
1984 – Mi manda Picone di Nanni Loy
1983 – E la nave va di Federico Fellini
1982 – La notte di San Lorenzo di Paolo e VittorioTaviani
1981 – Tre fratelli di Francesco Rosi (nomination)

Leggi anche