sabato, 21 settembre 2019

Lady Gaga, A star is born mi ha fatto sentire libera

Lady Gaga, A star is born mi ha fatto sentire libera

Venezia, 31 agosto -“Oggi corono il sogno di diventare attrice”. E’ emozionata Stefani Joanne Angelina Germanotta in arte Lady gaga, protagonista della giornata al lido, con A star is born, remake del classico hollywoodiano, diretto da Bradley Cooper, anche coprotagonista, presentata fuori concorso alla Mostra del Cinema di venezia e in sala dall’11 ottobre. E’ stata applaudita dal pubblico, questa versione riambientata nel mondo della musica country. Cooper interpreta il musicista di successo Jackson Maine, che scopre la squattrinata artista Ally e si innamora di lei. Ally ha da poco chiuso in un cassetto il suo sogno di diventare una grande cantante, fino a quando Jack la convince a tornare sotto i riflettori. Ma mentre la carriera di Ally inizia a spiccare il volo, il lato privato della loro relazione perde colpi a causa della battaglia che Jack conduce contro i suoi demoni interiori. Look vintage da dive anni ’50 con vestito bianco alla conferenza stampa e ampio vestito di piume rosa sul red carpet, Lady gaga è stata felice di riproporre “una storia che ha resistito al tempo, che toccherà le persone in tutto il mondo, parlando dell’amore, dell’intimità”. Fra gli elementi più riusciti del film c’è la colonna sonora, con canzoni originali eseguite dal vivo da Cooper e Lady Gaga, che ne sono anche autori in collaborazione con altri artisti come Lukas Nelson, Jason Isbell e Mark Ronson.

Cooper ha chiesto alla diva del pop di liberarsi di essere “al naturale se no non se ne fa nulla. Ha mostrato il nuovo volto che lui ha scoperto in me, un’esperienza che mi ha fatto sentire vulnerabile ma mi ha reso libera e finalmente pronta a raccogliere la sfida”. E aggiunge: “Basta una sola persona che creda in te per far sì che una cosa come questa, che ho sempre sperato, immaginato di realizzare, possa succedere. E’ accaduto grazie a Bradley Cooper”.

La cantante in serata sul tappeto rosso, nonostante il nubifragio si è a lungo fermata con i fans a firmare autografi e fare foto. In Sala Grande, il film, a causa di un fulmine che ha causato un problema tecnico, è stata interrotta per una quindicina di minuti, ma il pubblico ha risposto con un applauso di incoraggiamento e il cast è rimasto anche nella pausa in sala. Alla fine dieci minuti di ovazione. E alla fine Lady Gaga a sorpresa è andata anche a salutare anche gli spettatori in sala per la pellicola al Palabiennale.

Leggi anche