giovedì, 14 novembre 2019

“Il potere del cinema”: una mostra dedicata a Tarkovsky

“Il potere del cinema”: una mostra dedicata a Tarkovsky

Civitavecchia, 1 aprile (Romano Milani) – Civitavecchia, 1 aprile (Romano Milani) – Il 4 aprile prossimo, il regista Andreij Tarkovsky avrebbe compiuto 87 anni. Se ne è andato a 54. Per ricordarlo, a Civitavecchia, nella Chiesa di San Giovanni di Dio, verrà inaugurata la mostra “Il potere del cinema” ideata da Donatella Baglivo, cui seguirà, alla Cittadella della Musica, la proiezione del film “Andrey Tarkovsky: un poeta nel cinema” da lei stessa girato. Seguirà domenica 7 aprile la presentazione del cofanetto “Trittico Tarkovskiano”, in cui sono raccolte le opere dedicate dalla regista all’autore L’infanzia di Ivan; Leone d’oro alla Mostra di Venezia (1962), Andrej Rublev; (1966), Stalker(1979) e Nostalghia(1983) girato in Italia e di cui Donatella Baglivo ha conservato testimonianza in un film che sarà presentato il 13 aprile. Un’altra testimonianza preziosa su Tarkovsky è rappresentata da una raccolta di foto inedite scattate
da lui stesso e dalla Baglivo durante le riprese dei suoi film e in momenti di vita privata e che saranno esposte fino al 30 aprile.

Ma la manifestazione, pur essendo intitolata al regista russo, non si limita al suo ricordo. Donatella Baglivo, infatti, è autrice di un centinaio di film biografici dedicati ai maggiori autori e interpreti del cinema del 900 e tra questi, a Civitavecchia, si potrà tornare con le immagini a Marylin Monroe, Monica Vitti, Franco Zeffirelli, Paolo Villaggio, Anna Magnani, Alberto Sordi, Totò, Pierpaolo Pasolini, la poetessa Alda Merini e perfino a Papa Giovanni XXIII.

Un patrimonio di immagini, quello di Donatella Baglivo, raccolto in mezzo secolo di lavoro e ospitato nello Spazio Cinema intitolato ad Alfredo Bini a Montalto di Castro, dove il coraggioso produttore, settantacinquenne, oppresso da difficoltà economiche,
trascorse gli ultimi 10 anni della sua vita ospite di un albergatore generoso, Giuseppe Simonelli.

La manifestazione “Il potere del cinema” è stata ideata da Donatella Baglivo in collaborazione con Piero Pacchiarotti, Direttore dell’ International Tour Film Fest e Presidente dell’Associazione Culturale CivitaFilmCommission puntando a diversi obbiettivi: promuovere la cultura del cinema e dell’audiovisivo nel territorio di Civitavecchia, mettere a disposizione della collettività l’archivio storico della Baglivo, reperire e proiettare film girati a Civitavecchia dai grandi registi del ‘900. Da una recente ricerca del prof. Silvio Serangeli, è emerso che ve sono stati girati circa 100. Uno dei primi i è stato ”1860” di Alessandro Blasetti del 1935, Ettore Scola vi ambientò “Che ora è” con Marcello Mastroianni e Massimo Troisi e ultimo in ordine di tempo Dario Albertini vi ha girato “Manuel”, presentato alla Mostra del cinema di Venezia.
Il progetto coinvolge anche la Cittadella del Musica dove verranno proiettate parti di film interamente girate a Civitavecchia in quattro diversi periodi storici, al fine di poter approfondire come sia cambiato il modo di fare cinema ma anche come si sia
trasformata la città.

Leggi anche