sabato, 20 gennaio 2018

Il Cratere rappresenta l’Italia al Festival di Tokyo

Il Cratere rappresenta l’Italia al Festival di Tokyo

Roma, 26 settembre –  Il cratere di Silvia Luzi e Luca Bellino rappresenterà l’Italia al Festival di Tokyo che si svolgerà dal 25 ottobre al 3 novembre 2017.
L’opera prima accolta da dieci minuti di applausi all’ultima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia è l’unico italiano in concorso a competere per il Grand Prix nel principale festival asiatico.
La giuria presieduta da Tommy Lee Jones sceglierà tra i 15 titoli del concorso internazionale, tra cui l’ultimo film del Leone d’Oro Margaret Von Trotta e del regista turco Semih Kaplanoglu Orso d’Oro a Berlino e un dramma femminile con protagonista Vanessa Paradis.
Un festival che si presenta ricco di titoli anche grazie ai festeggiamenti per i 100 anni dell’animazione giapponese con ospite il creatore di “Doraemon” Keiichi Hara, ma anche nomi come Steven Soderbergh e il premio Oscar Al Gore che chiuderà il festival con “An Inconvenient Sequel” seguito di “Una scomoda verità” premiato dall’Academy nel 2007.

Il film che ha per protagonisti Sharon Caroccia e il padre Rosario, all’esordio sul grande schermo, racconta il rapporto sempre più conflittuale, fra Rosario , venditore ambulante e la figlia Sharon, cantante 13enne di talento, che l’uomo vede come uno strumento per arrivare a cambiare vita.

Leggi anche