giovedì, 9 luglio 2020

Favolacce dei fratelli D’Innocenzo, la rabbia contro la paura

Favolacce dei fratelli D’Innocenzo, la rabbia contro la paura

Berlino, 25 febbraio – (Red. Cin) – A due anni dal debutto a Berlino con il loro primo film, La terra dell’abbastanza, presentato a Panorama, i fratelli gemelli Damiano e Fabio D’Innocenzo, sono in gara stavolta per l’Orso d’oro con Favolacce, favola nera corale accolta molto bene alla proiezione stampa, che racconta senza filtri le dinamiche dei rapporti umani all’interno di una comunità di famiglie in una periferia isolata, in un mondo apparentemente normale dove la rabbia e la disperazione sono pronte ad esplodere.
Nel cast del film, in uscita il 16 aprile con Vision, fra gli altri Elio Germano (già protagonista alla Berlinale con Volevo nascondermi), Barbara Chichiarelli,, Gabriel Montesi, Max Malatesta, Tommaso Di Cola, Giulietta Rebeggiani, Justin Korovkin, Giulia Melillo, Laura Borgioli, Giulia Galiani, Barbara Ronchi, Ileana D’Ambra. 

“Noi proveniamo dalla periferia e ci riteniamo fortunati per questo perché siamo cresciuti prima – dicono i fratelli D’Innocenzo in conferenza stampa -. La durezza del film viene dal nostro sguardo come autori sul mondo, da quello che vediamo intorno a noi. Questa freddezza e la mancanza di sensibilità verso gli altri che si riflettono anche in una freddezza e mancanza di sensibilità verso noi stessi”.Un cambiamento della società “che somatizziano. Nel film l’abbiamo mostrato involgarendo i personaggi adulti, in contrasto con la purezza dei bambini, che rappresentano il nuovo, rispetto all’oscurità della vita e delle loro famiglie. Non volevamo fare un film psicologico ma comunque volevamo riflettere la realtà”.

Le generazioni più giovani del film hanno una “rabbia trattenuta, hanno preso coscienza di qualcosa che hanno visto e non vogliono prenderne parte. Non c’è in loro però uno spirito di vendetta”.

Leggi anche