sabato, 20 luglio 2019

A Cannes i restauri di Pasqualino Settebellezze e Miracolo a Milano

A Cannes i restauri di Pasqualino Settebellezze e Miracolo a Milano

Roma, 16 Maggio 2019- Nella apposita sezione di Cine Classic, due capolavori del cinema italiano. Il 22 maggio si vedrà la versione restaurata di Pasqualino Settebellezze, film-culto realizzato da Lina Wertmüller nel 1975 alla presenza della regista e del protagonista maschile Giancarlo Giannini. Il restauro è stato curato dal Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale, grazie all’impegno economico di Genoma Films. Pasqualino Settebellezze ottenne una candidatura ai Golden Globes e quattro candidature all’Oscar (tra cui quella come miglior regista, prima volta in assoluto nella storia dell’Academy per una donna). Giancarlo Giannini è l’indimenticabile guappo che nella Napoli del 1936 uccide il seduttore di una delle sue sette, brutte sorelle (da qui il suo soprannome), viene rinchiuso in un manicomio criminale da cui esce come volontario di guerra per finire in un lager tedesco e diventare kapò. Daniela Currò, conservatrice della Cineteca Nazionale, dichiara: “Con il restauro di Pasqualino Settebellezze la Cineteca Nazionale non solo porta avanti il proprio compito istituzionale di restaurare e diffondere il patrimonio cinematografico italiano, ma continua anche su un progetto che da qualche tempo ci vede impegnati in prima linea sul cinema delle donne e che ci ha già visto al lavoro, ad esempio, su Il portiere di notte di Liliana Cavani e sui film della pioniera del cinema Elvira Notari, prima donna regista italiana. Lina Wertmüller è la prima donna di sempre candidata all’oscar per la miglior regia e con questo restauro vogliamo celebrare lei e la genialità delle donne italiane. Ringrazio il festival di Cannes per offrirci questa bellissima cornice.” Sabato 18 invece sarà la volta di Miracolo a Milano, capolavoro assoluto di Vittorio De Sica e Cesare Zavattini, che torna restaurato sulla Croisette dopo la Palma d’oro (che allora si chiamava Grand Prix) per il miglior film, vinta nel 1951. Il restauro di Miracolo a Milano, realizzato dal laboratorio L’Immagine Ritrovata, è promosso da Fondazione Cineteca di Bologna e Compass Film, in collaborazione con Mediaset, Infinity TV, Artur Cohn, Films sans frontières e Variety Communications.

Leggi anche