venerdì, 4 dicembre 2020

Nuovi casi per Non uccidere

Nuovi casi per Non uccidere

Roma, 30 maggio – Miriam Leone torna ad essere l’ispettore Valeria Ferro nella fiction Non uccidere, creata da Claudio Corbucci, la cui seconda stagione va in onda in prima serata su Rai 2 a partire dal 12 giugno, per un totale di 12 episodi, disponibili anche su RaiPlay.

24 sono i nuovi casi trattati e ogni episodio è costruito intorno a un’indagine che riguarda un delitto in famiglia, o all’interno di una comunità chiusa. Il punto di vista esplorato, attraverso le indagini, è quello di tre personaggi legati alla vicenda raccontata nella puntata, tra storie ispirate alla cronaca nera più o meno recente e crimini commessi per gelosie, vendette, rabbie represse o semplicemente raptus.

La protagonista del racconto è sempre lei, Valeria Ferro, ispettore in forze alla Squadra Omicidi della Mobile di Torino, una poliziotta giovane ma estremamente abile, forte di un intuito fuori dal comune e soprattutto di un’ossessione che muove tutto il suo agire: quella per la verità. Il suo passato racconta di una ferita che risale all’adolescenza, quando sua madre Lucia era stata condannata per l’omicidio del marito. Nella prima stagione, con l’uscita dal carcere di Lucia, Valeria ha affrontato i fantasmi del passato cercando di scoprire la verità riguardo alla morte del padre. E, sul finale di stagione, la scoperta: quell’uomo non era il suo vero padre.

Una verità scioccante a cui si aggiunge, all’inizio della seconda stagione, un altro mistero: Lucia, infatti, scompare. Le ricerche che si susseguono nel corso dei primi due episodi portano a una drammatica scoperta…

Come sottolinea il regista, “L’innovazione principale di questa seconda stagione è rappresentata dal formato: 50 minuti a episodio in sostituzione dei vecchi che duravano invece 1h49’. Una piccola “rivoluzione” del nostro format, che ha portato con sé una duplice sfida: da una parte, mantenere in un formato dimezzato la complessità tematica e drammaturgica che caratterizzava le storie nella prima stagione; dall’altra garantire la massima varietà di ambientazioni, contesti familiari e casi polizieschi, senza ripetizioni, nella tastiera aumentata dei 24 episodi”.

La seconda stagione “vuole mettere in campo, più ancora della prima, un universo narrativo complesso e stratificato che fornisce una lettura del reale italiano attraverso le lenti del genere – aggiunge Corbucci – Il noir poliziesco innanzitutto, ma occasionalmente anche il thriller: sempre nella ibridazione con il dramma familiare, che è la nostra cifra caratteristica sin dalla prima stagione.

Il filo rosso rimane, naturalmente, Valeria. Suo è lo sguardo attraverso cui si dipanano le indagini verticali e sua è la vicenda umana, familiare e sentimentale che percorre orizzontalmente la serie”.

La stagione è diretta da Lorenzo Sportiello, Claudio Noce, Michele Alaique, Adriano Valerio ed Emanuela Rossi. Nel cast, anche Matteo Martari, Thomas Trabacchi, Riccardo Lombardo, Luca Terracciano, Davide Iacoponi, Viola Sartoretto, Martina De Santis e Gigio Alberti.

A produrre la serie, Rai Fiction con FremantleMedia Italia, con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte.

 

 

 

 

Leggi anche