venerdì, 15 novembre 2019

Zerozerozero, da libro di Saviano a serie, la cocaina ‘merce’ globale

Zerozerozero, da libro di Saviano a serie, la cocaina ‘merce’ globale
Photo Credit To Credits_La_Biennale_di_Venezia_-_foto_ASAC

Venezia, 5 settembre – (Red. Cin) Il viaggio di un carico di cocaina, dal momento in cui un potente clan della ‘Ndrangheta decide di acquistarlo fino a quando viene consegnato e pagato, è al centro di ZeroZeroZero la serie Sky firmata da Stefano Sollima  (affiancato alla regia da Pablo Trapero e Janus Metz) , ispirata dall’omonimo bestseller di Roberto Saviano. Al lido debuttano le prime due puntate fuori concorso. Nel cast, fra gli altri, Andrea Riseborough, Dane DeHaam, Gabriel Byrne, Giuseppe De Domenico, Adriano Chiaramida e Tcheky Karyo.

La cocaina è “l’unica materia comparabile al petrolio, la facilità con cui può essere venduta non ha eguali. Se io le dessi ora un sacchetto di cocaina – ha detto Saviano in conferenza stampa rivolgendosi alla giornalista che gli aveva fatto la domanda – lei la venderebbe prima ancora di lasciare il Palazzo del Cinema, al contrario ad esempio di un sacchetto di diamanti. E perché la cocaina regna? Perché la vita
è una merda, ti fa sentire sempre troppo brutto, troppo povero, troppo grasso, ti fa lavorare sempre di più e infatti la prendono operai edili, tassisti, chirurghi, la cocaina ti attiva con il mondo, al contrario dell’eroina che ti disattiva. Ecco perché muove l’economia”. per questo, aggiunge lo scrittore “andrebbe legalizzata, solo così si bloccherebbero i pozzi di petrolio delle organizzazioni criminali. La legalizzazione trasformerebbe l’economia mondiale: il narcotraffico di cocaina attraversa il mondo legale, gli dà forza, liquidità”.

Per Sollima, nella serie “era interessante affrontare il tema del narcotraffico che abbiamo già raccontato  da un’angolazione nuova, che è quella del mondo globale colpito dal traffico di coca indipendentemente se le persone ne fanno uso oppure no. In realtà anche se non consumi cocaina la tua vita è continuamente toccata dal traffico: quello che indossi, la banca dove hai il conto corrente tutto può essere coinvolto dal fenomeno”.

 

Leggi anche