lunedì, 14 ottobre 2019

Una mostra per “Troisi poeta Massimo”

Una mostra per “Troisi poeta Massimo”

Roma, 16 Aprile 2019- Lo spazio è lo stesso che ospitò lo scorso anno La dolce Vitti, dedicato alla grande Monica Vitti. Il Teatro dei Dioscuri, al Quirinale, uno spazio che diventa multimediale per rendere omaggio a Massimo Troisi, a 25 anni dalla scomparsa. “Troisi poeta Massimo” è un percorso tra fotografie private, immagini d’archivio, locandine, audiovisivi, installazioni audio-video, e carteggi personali inediti che mostreranno il lato più èprivato di un attore amatissimo dal pubblico, un Pulcinella senza maschera, come è stato definito. Oltre 80 fotografie – provenienti da archivi familiari e di amici e colleghi, dall’Archivio storico Luce, le Teche Rai e l’Archivio Enrico Appetito (con le foto dai set di Mario Tursi), e altri fondi foto-cinematografici, per mettere in luce la poetica di un attore\regista che più di altri ha saputo descrivere, con sincerità, leggerezza e ironia, i dubbi e le preoccupazioni delle nuove generazioni. I primi passi a Napoli, l’esplosione del successo con La Smorfia e poi il cinema. Filo conduttore della mostra, il lato poetico di Troisi, che ha scritto poesie già in tenera età per ritagliarsi spazi d’intimità negati da una famiglia numerosissima e ha chiuso il cerchio con Il Postino, film in cui la poesia non è solo testo, ma anche e soprattutto un modo di vivere, di vivere poeticamente.
‘Troisi poeta Massimo’, organizzata e promossa da Istituto Luce-Cinecittà con 30 Miles Film, in collaborazione con Archivio Enrico Appetito, Rai Teche, Cinecittà si Mostra. L’esposizione, a cura di Nevio De Pascalis e Marco Dionisi e la supervisione di Stefano Veneruso, sarà aperta al pubblico a ingresso gratuito al Teatro dei Dioscuri al Quirinale di Roma, dal 17 aprile al 30 giugno 2019.

Leggi anche