martedì, 26 settembre 2017

Una donna tra le donne

Una donna tra le donne

Venezia, 30 agosto (Fr. Palm.) – Una donna tra le donne: Annette Bening, nel ruolo di presidente di giuria, è pronta per valutare le opere in concorso di Venezia 74, molte delle quali hanno firme al femminile. Ma lei afferma di non badare alle quote rosa: “E’ fantastico che mi sia stato chiesto di essere qui, ma non ho contato i film delle registe donne e non ho accettato l’incarico dal direttore Barbera per questa motivazione”.

E aggiunge: “E’ vero che ad Hollywood c’è un atteggiamento sessista, ma credo che le cose stiano cambiando. Più facciamo film che parlano a tutti e meglio sarà, perché come donne dobbiamo essere astute e creative noi per prime. C’è ancora tanta strada da fare in termine di parità, ma la direzione è giusta”.

A prendere parola nella tradizionale conferenza stampa di presentazione delle varie giurie della Mostra – tra i giurati italiani delle diverse sezioni, ricordiamo Gianni Amelio, Jasmine Trinca, Giuseppe Piccioni e Ricky Tognazzi – è anche John Landis, alla guida della giuria della neonata competizione dedicata alla realtà virtuale. Il regista è contento e incuriosito di ciò che lo aspetta: “Siamo davanti ad una nuova arte – dichiara – La vera differenza è che nel cinema, come nel teatro, nell’opera e nella pittura, il cinesta comunica dove guardare e come è la luce, mentre nel virtuale puoi guardare dove vuoi tu. Voglio imparare cose su questo nuovo strumento, vedere come gli artisti lo usano. Man mano che scoprirò novità, ve le farò sapere”.

 

 

Leggi anche