lunedì, 28 settembre 2020

Sara dal Biraghi alle Shooting star

Sara dal Biraghi alle Shooting star

Berlino, 16 Febbraio –  Parla di cinema italiano l’appuntamento berlinese con le Shooting Star 2016: la tradizionale vetrina di talenti emergenti organizzata dalla European Film Promotion a Berlino ogni anno ormai dal ’98. Dopo aver lanciato Stefano Accorsi e Riccardo Scamarcio, Maya Sansa e Jasmine Trinca propone infatti quest’anno ai produttori e agli agenti europei due attrici venticinquenni, Sara Serraiocco, ma anche la francese Lou de Laâge, che ha debuttato in Italia nel film di Piero Messina L’attesa, in concorso all’ultima Mostra di Venezia

Sara, protagonista di Salvo, che l’ha lanciata, è nata professionalmente grazie al Centro Sperimentale: nata a Pescara aveva studiato danza e proprio grazie al film di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, ha vinto anche  il Grand Prix della Semaine de la critique e in Italia il Premio Biraghi per I Giovani dei Giornalisti Cinematografici e il Globo d’Oro. Era il 2013, poi sono arrivati l’ultimo Francesco di Liliana Cavani (interpreta Santa Chiara) e Cloro di Lamberto Sanfelice, presentato lo scorso anno alla Berlinale.  “Non mi aspettavo che mi scegliessero , ne sono felicissima.” dice annunciando che sarà presto La ragazza del mondo, opera prima di Marco Danieli,  storia di una giovane Testimone di Geova che interpreta con Michele Riondino, nel film un incontro sentimentale che che le fa anche cambiare il punto di vista sulla vita.

“E’ scritto come un racconto di formazione e ho dovuto fare un grande lavoro sul personaggio. Visto il tema delicatissimo che affronta non vuol essere però un film di denuncia”. Per girare L’accabadora di Enrico Pau, girato a Cagliari ha dovuto imparare a parlare in sardo e ora l’aspetta Non è un paese per giovani di Giovanni Veronesi. Con Filippo Scicchitano e Giovanni Anzaldo. Lei non vuole dire di più.

Lou de Laâge, venticinque anni, due volte candidata al César grazie a Messina ha esordito in Italia duettando con Juliette Binoche.

Leggi anche