venerdì, 16 novembre 2018

Rutelli, +40% per film italiani al box office

Rutelli, +40% per film italiani al box office

Roma, 15 ottobre – “Rispetto all’anno scorso in sala il cinema italiano ha registrato al box office un + 40%”. Lo ha detto il presidente dell’ Anica Francesco Rutelli a margine della presentazione di Videocittà la rassegna sulle immagini in movimento, dagli youtuber al videomapping sui monumenti, che dal 19 al 28 ottobre a Roma proporrà 114 eventi e 50 masterclass.

ha detto il presidente dell’Anica Francesco Rutelli a margine della presentazione di Videocittà, la rassegna sulle immagini in movimento, dagli youtuber al videomapping sui monumenti, che dal 19 al 28 ottobre a Roma proporrà in 42 location oltre 114 eventi, tra i quali 50 masterclass, e 500 protagonisti.
“Nel 2017 – ha spiegato – avevamo registrato invece un -50%, sul quale aveva pesato il mancato effetto Zalone”. Quest’anno “c’è una ripresa” – ha rilevato – Nel 2017 c’è stato un tracollo del cinema italiano, si è parlato giustamente di anno nero. Quest’anno non è che le cose siano trionfali in generale, però certamente c’è una ripresa. Quest’anno non avremo un titolo che ha fatto il boom, ma una migliore distribuzione di incassi nell’arco dell’anno grazie ai film, fra gli altri, di Sorrentino, Garrone o a Come un gatto in tangenziale. Ed altri titoli devono ancora arrivare, vedremo”.

Una proiezione all’ombra del Colosseo della versione restaurata da Cineteca di Bologna e Titanus, di Roma di Federico Fellini, insieme alle straordinarie immagini girate tra fine ‘800 e inizio ‘900 dai Fratelli Lumiere e da altri operatori nella Capitale, e al debutto del trailer di Il primo re, film di Matteo Rovere con Alessandro Borghi e Alessio Lapice su Romolo e Remo recitato in latino pre-romano. Sarà l’evento speciale, il 29 ottobre, che concluderà la prima edizione di Videocittà. Si va dal videomapping che ‘reinventa’ i monumenti (compresa una esplosione virtuale del ‘Colosseo quadrato’ all’Eur) a star di you tube come The Pills, Edoardo Ferrario e Maccio Capatonda, dagli incontri con premi Oscar come Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, Ennio Morricone e Gabriella Pescucci per conoscere i mestieri del cinema ai divi della videoarte, da Shirin Neshat e Pierre Bismuth. “Mettere insieme Hollywood sul Tevere, Tv, con nuove realtà dirompenti dell’immagine in movimento – dice Francesco Rutelli presidente dell’Anica, e ideatore di Videocittà, che è sostenuta, fra gli altri, da Mibac, Mise, Comune di Roma, Regione Lazio, Camera di Commercio, con 42 specifiche partnership su vari progetti – vuol dire far capire un fenomeno di trasformazione dell’audiovisivo che è già in atto e che è importante innanzitutto per il lavoro nel settore”.

Leggi anche