mercoledì, 23 settembre 2020

Rocco, versione integrale in sala

Rocco, versione integrale in sala

Roma, 7 Marzo (red. cin.) – Da oggi e per tutto marzo Rocco e i suoi fratelli torna (reintegrato dei tagli di censura) nelle sale italiane. E’ il nuovo titolo distribuito dalla Cineteca di Bologna col Gruppo Unipol per il ciclo Il Cinema Ritrovato nella versione restaurata dalla Cineteca guidata da Gianluca Farinelli, in collaborazione con Titanus, Rai Cinema, The Film Foundation di Martin Scorsese e GUCCI. Il restauro è realizzato dal laboratorio della Cineteca di Bologna L’Immagine Ritrovata sotto la supervisione dello stesso direttore della fotografia del film, Giuseppe Rotunno, che ha appunto recuperato i tagli di censura avvenuti dopo la prima alla Mostra del Cinema di Venezia nel 1960: in particolare, le due sequenze della violenza di Simone (interpretato da Renato Salvatori) su Nadia (Annie Girardot) e dell’omicidio della stessa Nadia da parte di Simone. Un evento che arruva nei cinema nel 40° anniversario della scomparsa di Luchino Visconti.

“Salutato alla sua uscita come il ritorno di Visconti al Neorealismo – racconta il direttore della Cineteca di Bologna, Gian Luca Farinelli –, in effetti non lo fu affatto. Rocco e i suoi fratelli è una tragedia in cinque atti, ognuno dei quali prende il nome da uno dei figli (Vincenzo, Simone, Rocco, Ciro, Luca), è l’esplorazione dei destini individuali dei cinque fratelli Parondi, dove ognuno sceglierà il proprio destino. Protagonisti prediletti sono, ancora una volta, i vinti, ma qui vinte non sono solo le persone, è una civiltà che sta per essere annientata. Il tema della famiglia che si autodistrugge per una lotta fratricida, che sarà ampliato ne La caduta degli Dei e che in parte era presente ne La terra trema, è uno dei centri del film e Visconti si occupò prevalentemente del contrasto drammatico fra Rocco e Simone e dell’uccisione di Nadia, svelando tutto il suo talento nelle scene madri, nelle opposizioni violente, nei dialoghi serrati, in particolare quelli trai tre protagonisti, Simone, Rocco e Nadia, personaggi complementari, presenze tragiche, che esprimono costantemente la difficoltà di vivere al Nord, in una società disumana.

 

Leggi anche