mercoledì, 20 novembre 2019

Rendez-vous 2019: protagonista il mondo femminile

Rendez-vous 2019: protagonista il mondo femminile

Roma 30 marzo – Una nutrita squadra di registe, molti esordienti e autori noti firmano i 24 film in cartellone all’edizione 2019 di Rendez-vous , il Festival del nuovo cinema francese in programma a Roma dal 3 all’8 aprile per poi accendere ancora gli schermi a Bologna, Firenze, Milano, Napoli, Palermo, Torino. Alla rassegna centrale si aggiungono 6 titoli nella sala virtuale, una dozzina di ospiti, tre Masterclass e tre Focus speciali. “Una programmazione – sottolinea la direttrice artistica Vanessa Tonnini – che si presenta varia, nelle voci e nei generi e ampia nel delineare il contesto audiovisivo attuale, specie nella presenza sugli schermi di registe che in Francia ha toccato la quota del 23%, una percentuale molto alta rispetto agli altri Paesi europei e non solo”.
L’Ambasciatore francese Christian Masset, dal canto suo, ha sottolineato il legame particolare tra il cinema del suo Paese e il nostro, ricordando come i ministri della Cultura francese e italiano abbiano espresso recentemente la volontà comune di tornare all’”età d’oro” tra i nostri cinema, attraverso nuove cooperazioni e coproduzioni.
Ad aprire la nona edizione di Rendez-vous, il 3 aprile alle 19.00 al Cinema Nuovo Sacher, sarà il film di Louis-Julien Petit, che sarà presente alla proiezione, Les invisibles (Le invisibili). Protagoniste le assistenti sociali di un centro per le donne senza fissa dimora che dopo la chiusura imposta dal Comune fornisce si lanciano in una missione impossibile: reinserire nel mondo del lavoro le donne di cui si prendono cura. Nel cast, oltre a Audrey Lamy, Corinne Masiero e Noémie Lvovsky, molte attrici non professioniste con un passato reale di vita per la strada. Il film sarà in sala dal 18 aprile con Teodora Film.
Altri titoli in programma sono: L’Homme fidèle di Louis Garrel anche interprete con Laetitia Casta; Amanda di Mikhaël Hers; Les confins du monde di Guillaume Nicloux con Gérard Depardieu; I Feel Good di Benoît Delépine e Gustave Kervern: Maya di Mia Hansen-Løve; C’est ça l’amour di Claire Burger; Edmond | Cyrano mon amour di Alexis Michalik; Pupille di Jeanne Henry; Tout ce qu’il me reste de la révolution di Judith Davis; Le Chant du loup di Antonin Baudry; Marche ou crève di Margaux Bonhomme.
Anche quest’anno, come ormai dal 2012, ritorna Rendez-vous@Karavan che organizza a Torpignattara, una delle aree più multietniche della Capitale, una festa che celebri il piacere dell’incontro e della condivisione attraverso il cinema attraverso film che parlino di convivenza e dell’incontro tra culture e soprattutto con l’intento di coinvolgere attivamente il pubblico.
Nel corso dell’ottava edizione di KarawanFest, che si svolgerà dal 20 al 23 giugno a Torpignattara, è in programma una serata speciale per la proiezione di Vent du Nord opera prima del regista Walid Mattar, commedia dolceamara sulla delocalizzazione.
Rinnovata anche quest’anno la la collaborazione tra Rendez-vous, UniFrance e la piattaforma MyMovies.it, il sito italiano di cinema che diffonderà gratuitamente in tutta Italia alcuni dei film del Festival del cinema francese.
Yves Rocher: Lo sguardo delle donne è una sezione speciale all’interno del festival che propone tre titoli che riflettono la forte personalità delle registe: Margaux Bonhomme, Judith Davis e Catherine Corsini (cui è dedicato un Focus) con Un amour impossible.
Ospite d’onore di Focus è Jacques Audiard  che presenterà il 7 aprile The Sisters Brothers e chiuderà il festival il giorno successivo con una masterclass moderata da Federico Pontiggia. Per il suo ottavo lungometraggio, al debutto in lingua inglese, Audiard ha scelto il western per sbriciolarne tutti i codici e trasformarlo in una saga picaresca sulla violenza dei padri fondatori e sulla fratellanza.
Un Focus itinerante è dedicato a Cédric Kahn che partirà da Roma per raggiungere Napoli e poi Palermo, dove il regista presenterà una selezione dei suoi lungometraggi e sarà protagonista di una masterclass al Centro Sperimentale di Cinematografia. Al centro dell’omaggio del festival, La Prière, presentato alla Berlinale 2018 dove il giovane protagonista Anthony Bajon, ha vinto l’Orso d’Argento.
Rendez-vous, promosso dall’Ambasciata di Francia in Italia, è realizzato dall’Institut français Italia, co-organizzato con UniFrance e con la collaborazione dell’Institut français – Centre Saint-Louis di Roma che ospiterà le proiezioni insieme al Nuovo Sacher.  Sponsor principale, per il nono anno consecutivo, BNL Gruppo BNP Paribas.

Leggi anche