sabato, 4 aprile 2020

Polanski premiato ai Cesar. Adele Haenel lascia la sala per protesta

Polanski premiato ai Cesar. Adele Haenel lascia la sala per protesta

Roma,29 febbraio – La vittoria di Roman Polanski della statuetta per la migliore regia per L’ufficiale e la spia (che ha ricevuto altri due premi), ha scatenato nuove polemiche nell’edizione 2020 dei Césars, già al centro di.un vespaio, sia per le 12 nomination assegnate al film, che per le regole considerate obsolete e settarie che regolano la composizione e il sistema di voto dell’Accademia del Cinema francese.
La reazione contro la vittoria di Polanski ha avuto come protagonista Adele Haenel, già vincitrice di due statuette per la migliore interpretazione nel 2014 e nel 2015, candidata quest’anno per ritratto della giovane in fiamme e già simbolo del movimento #metoo in Francia dopo aver denunciato gli abusi di cui era stata vittima da adolescente.

Contro le candidature di Polanski avevano manifestato fuori dalla Sala Pleyel un centinaio di persone. All’annuncio del premio la giovane attrice si è alzata e ha lasciato la sala urlando “Vergogna” e “complimenti alla pedofilia” facendo riferimento ai crimini du cui è accusato il regista. Con lei hanno lasciato la sala anche la regista Celine Sciamma ed altre attrici. Proprio per evitare dissensi, Polanski e la troupe del film avevano scelto di non partecipare alla premiazione.

Tutti i vincitori della 45/a edizione:

Premio Migliore Attrice
ANAÏS DEMOUSTIER per ALICE ET LE MAIRE

Premio Migliore Attore
ROSCHDY ZEM per ROUBAIX, UNE LUMIÈRE

Premio Migliore Attrice Non Protagonista
FANNY ARDANT per LA BELLE ÉPOQUE

Premio Migliore Attore Non Protagonista
SWANN ARLAUD per GRÂCE À DIEU

Premio Migliore Attrice Rivelazione
LYNA KHOUDRI per PAPICHA

Premio Migliore Attrice Rivelazione
ALEXIS MANENTI per LES MISÉRABLES

Premio Migliore Sceneggiatura Originale
NICOLAS BEDOS per LA BELLE ÉPOQUE

Premio Migliore Sceneggiatura Adattata
ROMAN POLANSKI, ROBERT HARRIS per J’ACCUSE

Premio Migliore Musica Originale
DAN LÉVY per J’AI PERDU MON CORPS

Premio Migliore Canzone
NICOLAS CANTIN, THOMAS DESJONQUÈRES, RAPHAËL MOUTERDE,
OLIVIER GOINARD, RANDY THOM per LE CHANT DU LOUP

Premio Migliore Direttore della Fotografia
CLAIRE MATHON per PORTRAIT DE LA JEUNE FILLE EN FEU

Premio Migliore Montaggio
FLORA VOLPELIÈRE per LES MISÉRABLES

Premio Migliori Costumi
PASCALINE CHAVANNE per J’ACCUSE

Premio Migliore Scenografia
STÉPHANE ROZENBAUM per LA BELLE ÉPOQUE

Premio Migliore Regia
ROMAN POLANSKI per J’ACCUSE

Premio Migliore Cortometraggio
PILE POIL di LAURIANE ESCAFFRE, YVONNICK MULLER

Premio Migliore Cortometraggio d’Animazione
LA NUIT DES SACS PLASTIQUES di GABRIEL HAREL

Premio Migliore Film d’Animazione
J’AI PERDU MON CORPS di JÉRÉMY CLAPIN

Premio Migliore Documentario
M di YOLANDE ZAUBERMAN,

Premio Migliore Film
PAPICHA di MOUNIA MEDDOUR,

Premio Migliore Film Straniero
PARASITE di BONG JOON HO,

Premio Migliore Film
LES MISÉRABLES di LADJ LY

Premio del Pubblico
LES MISÉRABLES di LADJ LY,

Leggi anche