lunedì, 25 settembre 2017

Manetti, ci lanciamo nel musical

Manetti, ci lanciamo nel musical

Giffoni Valle Piana, 20 luglio (Fr.Pierl) – Un boss (Carlo Buccirosso) che tenta di cambiare vita sparendo nel nulla con l’aiuto della moglie (Claudia Gerini); un’infermiera sognatrice (Serena Rossi) e un killer (Giampaolo Morelli), che per amore fa una scelta inaspettata. Nel cast anche Raiz, nei panni di un altro sicario che non si fa distrarre dal suo dovere . Sono i protagonisti di Nun è Napule, (il titolo è provvisorio), il nuovo film dei Manetti Bros. Questo “è un po’ il nostro Grease, usiamo le canzoni in quella maniera”, spiegano Marco ed Antonio Manetti, protagonisti a Giffoni Experience di una masterclass.
“Siamo al montaggio, anche se abbiamo da girare ancora due giorni a New York ad agosto. L’uscita è prevista per l’anno prossimo con 01”. “Abbiamo finito le riprese giovedì, il film è stato faticoso perché è molto complesso ha tante facce” dice Antonio Manetti.
La storia non ha niente a che fare con quella di Song ‘e Napule: “gli unici elementi in comune sono la città e parte degli attori, che ci sembravano perfetti anche questa volta – aggiunge Marco Manetti-. Rispetto all’altro è un film un po’ più corale, ha cinque – sei ruoli importanti, con due novità grosse, che sono Claudia Gerini e Raiz. Ci sono anche Franco Ricciardi e Antonio Bonomo, due attori – cantanti napoletani che erano anche in Song ‘e Napule ma con parti molto minori, mentre qui assumono una certa importanza”.
Un’altra costante per loro è l’ironia: “E’ la chiave con cui raccontiamo la vita – sottolineano – anche quando abbiamo fatto film più cupi, più seri, ce l’abbiamo messa. Poi per come noi vediamo Napoli sarebbe difficile mostrarla senza ironia, perché i napoletani scherzano nella vita”. Per degli esploratori dei generi come i Manetti Bros è arrivato anche il momento del musical: “L’abbiamo sfiorato tante volte, è un’idea che avevamo da un po’. E’ bello misurarci su questo genere perché ci mette in condizione di lavorare più intensamente su una cosa che amiamo molto, la musica che qui fa parte della narrazione. E avendo diretto tanti videoclip alcune scene sono venute naturalmente”.
Le canzoni hanno le musiche di Pivio e Aldo De Scalzi, con i testi del cantautore napoletano Nelson, che ha già vinto il David di Donatello, come coautore di ”A verità’ per Song ‘e Napule”: “Lui è un poeta straordinario, ha messo in metrica e rima i pensieri che noi avevamo”.
I Manetti torneranno presto anche all”Ispettore Coliandro’, la serie ripresa con successo su Rai2 dopo un lungo stop. “Non ne possiamo fare a meno, siamo ostaggi di questo personaggio, genera talmente tanto amore da arte dei fans che non glielo possiamo togliere – raccontano sorridendo i registi -. Stiamo però anche cercando di creare un team di registi che segua il nostro tono, pensando al lungo periodo, che ci permetta di poterci alternare nella direzione delle puntate”. Carlo Lucarelli sta già scrivendo, “dovremmo andare sul set all’inizio dell’anno prossimo”.

Leggi anche