giovedì, 14 novembre 2019

L’uomo che comprò la luna, la Sardegna di Paolo Zucca tra poesia e risate

L’uomo che comprò la luna, la Sardegna di Paolo Zucca tra poesia e risate

Cagliari, 29 Marzo 2019- Un’agente speciale biondo e dall’accento meneghino, spedito in missione in Sardegna per scoprire l’uomo che ha osato comprare la luna come omaggio d’amore, alla faccia degli americani che la calpestarono giusto 50 anni fa. Una missione pericolosissima, in terra di morra, filu e ferro e codici barbaricini. Una missione che poteva riuscire solo ad un regista dalle radici forti e ancorate in Sardegna come Paolo Zucca, che dopo L’arbitro torna alla sua vena originale, e regala una commedia auto-ironica, pronta a giocare su tutti i luoghi comuni della cultura sarda, “un inno d’amore alla Sardegna- ha spiegato il regista alla presentazione a Cagliari del suo film- girato in alcune delle location più belle dell’isola, tra Santu Lussurgiu e S’Archittu, da Cagliari a San Salvatore di sinis. E mi piacerebbe che vedessero il film i ragazzi sardi, per scoprire la forza e la bellezza della loro cultura”. Una scommessa in commedia che riesce anche grazie a Jacopo Cullin e Benito Urgu, due comici amatissimi nell’isola, Urgu un’icona che ha appena compiuto 80 anni e regala un’interpretazione- nel ruolo del maestro che dovrà insegnare al “meneghino” Cullin come trasformarsi in un sardo- in alcuni momenti di toccante malinconia: “Mi ha ricordato mio padre, molto più duro di quello di Gavino Ledda in Padre Padrone, ma che mi ha indicato cosa è giusto e sbagliato”. Cullin- pronto a tornare anche in teatro in sardegna a fine aprile, con tre date già tutte esaurite- è l’agente Kevin (in realtà Gavino) il cui viaggio lo porterà a scoprire l’identità dell’uomo che comprò la Luna, ma anche a riappropriarsi della sua. Una commedia che vira in poesia, anche con la comparsa di Angela Molina, la bellissima donna alla quale la Luna è stata offerta in dono. A Cagliari a presentare il film anche Francesco Pannofino, che dopo L’Arbitro, torna a lavorare con Paolo Zucca “regista di grande senso dell’umorismo” e accanto a Stefano Fresi. Sono loro i due “men in black” che affideranno la missione a Cullin, al quale l’agente sfuggirà di mano. Il film che a fine aprile uscirà nei cinema di tutta Italia, ha un’anteprima proprio in Sardegna, con un’uscita anticipata al 4 aprile e un tour che porterà il cast in giro per l’isola.

Leggi anche