mercoledì, 30 settembre 2020

La Brexit ciociara di Brizzi

La Brexit ciociara di Brizzi

Riccione, 6 luglio (Fr. Pierl) Dopo essersi divertiti con degli hobby come tenersi in casa Gabriel Garko e Al Bano, gli arricchiti Tucci lanceranno una Brexit ciociara in Poveri ma ricchissimi, il sequel di Poveri ma ricchi, in sala per Natale, che Fausto Brizzi inizierà a girare per Warner.

“Non sarà un seguito vero e proprio, potrà vederlo anche chi non ha visto il primo film” ha spiegato Brizzi a Ciné – Giornate di cinema di Riccione. Confermato il cast che comprende Christian de Sica, Enrico Brignano, Anna Mazzamauro e Lucia Ocone, più ”un paio di nuovi innesti, Paolo Rossi e Massimo Ciavarro, in un ruolo in po’ alle ’50 Sfumature di grigio’, avrà a che fare con il sadomaso e la resistenza al dolore di Lucia Ocone”. Stavolta i Tucci che hanno cambiato la loro vita dopo aver vinto alla lotteria ”decidono come fanno molti ricchi di darsi alla politica. Organizzano nel loro paese, Torresecca, un referendum e fanno una Brexit ciociara. Si mettono ad approvare nuove leggi che molti vorrebbero, come stabilire che agli ausiliari del traffici gli puoi menare; Lucia Ocone abolisce le etichette troppo specifiche sui cibi. che le danno il mal di testa, e il kamut, che non capisce a cosa serva; vengono messi al bando mestieri che per loro non servono, come psicologi, dietologi, notai; il loro paese diventa ‘off shore’, non si pagano le tasse. In due mesi vivono un Bignami di storia italiana, da Mani Pulite ai migranti, che nel loro caso sono abitanti di Roma Nord che si trasferiscono da loro. Fanno l’Italia che tutti vorremmo ma capiscono che non è facile creare un Paese dal nulla”. Brizzi aggiunge che ”gireremo in una location molto medievale, perché per i Tucci, la Repubblica non funziona, la monarchia è una cafonata e allora decidono di creare un principato, il principato di Torresecca”.

Brizzi, xhe ha scritto tanti film di Natale per De Laurentiis, ha anche riservato una frecciata a Super Vacanze di Natale, il film di montaggio di Filmauro in arrivo per le Feste: “so che quest’anno vanno di moda i film di Natale riciclati ma il nostro è inedito”.

Leggi anche