domenica, 12 luglio 2020

Sanremo 2018, e il palco diventa un set…

Sanremo 2018, e il palco diventa un set…

Roma, 7 febbraio – Pierfrancesco Favino, Edoardo Leo, Sabrina Impacciatore, Rolando Ravello, Stefania Sandrelli che presenta i cantanti, Gabriele Muccino e Paolo Genovese…il cast di una nuova commedia “made in Italy”? Stavolta no, spuntano sul palco di Festival e dopofestival, al Teatro Ariston e dintorni. Il cinema e Sanremo si sono sempre guardati un po’ di traverso, visto che nella settimana delle canzonette il botteghino tradizionalmente piange, ma a guardare il Festival di questo 2018 le cose stanno diversamente. Claudio Baglioni, nella sua prima volta sul palco, da bravo “dittatore” artistico, ha rivoluzionato un po’ le cose, e ha cercato proprio tra attori e sceneggiatori del nostro cinema la carta in più da giocare. Vi ricordate De Niro, la divina Charlize Theron e Sylvester “Rambo” Stallone? Le grandi star hollywoodiane parcheggiate un po’ spaesate sul palco dell’Ariston, protagonisti inconsapevoli di quel che gli accadeva intorno? Ecco, almeno questo ci sarà risparmiato. Baglioni ha puntato sui protagonisti del cinema, e questi non hanno deluso. Anzi, dopo l’emozione dei primi minuti, Pierfrancesco Favino ha risolto con sicurezza- e anche con qualche tocco di virtuosismo- il compito non facile di cavarsela su un palco che ha bruciato illustri predecessori. E alla fine della prima serata, i social lo incoronavano vincitore virtuale. E bene se la sono cavata anche il trio Leo\Impacciatore\Ravello nel dopoFestival, dove l’ironia ha preso il sopravvento. Insomma l’iniezione di cinema italiano al Festival della Canzone ha fatto bene…e viceversa (speriamo). La prima serata ha avuto ascolti record, con il 52% di share, come dire che la maggioranza delle tv accese era sintonizzato su RaiUno. Oltre 11 milioni di spettatori. Un botteghino potenziale da sogno.

Leggi anche