giovedì, 19 settembre 2019

Il Sngci per Gregoretti

Il Sngci per Gregoretti

Roma, 6 luglio – Dal Sngci un ricordo affettuoso di Ugo Gregoretti festeggiato dal Giornalisti in un’affettuosa giornata dedicata, a Venezia, al Premio Bianchi nel 2016.

“Ricordiamo con lui – dice oggi Laura Delli Colli, presidente dl Sngci- una grande intelligenza e l’humour, la saggezza di chi ha raggiunto la capacità, come diceva di sé, di non prendersi troppo sul serio. Ugo Gregoretti è stato maestro unico di straordinaria, lucidissima ironia ma resta soprattutto un grande protagonista nella vita culturale del Paese, oltre il cinema nella televisione, e nell’invenzione irripetibile di uno Spettacolo che resta come uno dei momenti più orginali nella memoria di alcune generazioni ma anche nella storia del costume italiano raccontato dal suo modo unico di fare televisione”
Da quelle giornate alla Mostra di Venezia- oltre i Nastri d’Argento- il ricordo del suo entusiasmo, con il documentario che gli ha dedicato Gianfranco Pannone (Con Ugo, interessante conversazione a due voci con molte curiosità e alcuni inediti raccontati in prima persona) e con la proiezione , voluta proprio da è Gregoretti, del suo (rarissimo) film del 1989 Maggio musicale. Un film recuperato grazie alla Cineteca Nazionale, interpretato da Malcom McDowell nel ruolo di un regista teatrale che affronta la difficoltà di una messinscena della Bohème, durante il Maggio Fiorentino. Gregoretti lo girò con molti spunti autobiografici, tornando alla regia cinematografica, alla vigilia degli anni ’90 dopo anni di lunga esperienza vissuta felicemente proprio in tv.  

Dal Sngci, Grazie Ugo, per aver ricambiato con affetto stima e amicizia di tutti noi

Leggi anche