martedì, 26 settembre 2017

Venezia 74: il palmarès

Venezia 74: il palmarès

VENEZIA 74

Leone d’Oro per il miglior film
The Shape of Water di  Guillermo del Toro

Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria
Foxtrot di Samuel Maoz

Leone d’Argento – Premio per la migliore regia 
Xavier Legrand per Jusqu’à la garde

Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile
Kamel El Basha per The Insult di Ziad Doueiri

Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile
Charlotte Rampling per Hannah di Andrea Pallaoro

Premio per la migliore sceneggiatura

Martin Mcdonagh per Three Billboards Outside Ebbing, Missouri

Premio Speciale della Giuria

Sweet Country di Warwick Thornton

Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente
Charlie Plummer per Lean on Pete di Andrew Haigh

 

ORIZZONTI 

Premio Orizzonti per il miglior film
Nico,1988 di Susanna Nicchiarelli

Premio Orizzonti per la migliore regia
Vahid Jalilvand per Bedoune tarikh, Bedoune emza (Senza data, senza firma)

Premio Speciale della Giuria Orizzonti
Caniba di Verena Paravel, Lucien Castaing-Taylor

Premio Orizzonti per la miglior interpretazione maschile

Navid Mohammadzadeh per Bedoune tarikh, Bedoune emza (Senza data, senza firma) di Vahid Jalilvand

Premio Orizzonti per la miglior interpretazione femminile 
Lyna Khoudri per Les bienheureux di Sofia Djama
Premio Orizzonti per la migliore sceneggiatura
Dominique Welinski e René Ballesteros per Los versos del olvido di Alireza Khatami

Premio Orizzonti per il migliore cortometraggio
Gros chagrin di Céline Devaux

LEONE DEL FUTURO – Premio Venezia Opera Prima ‘Luigi De Laurentiis’
Jusqu’à la garde di Xavier Legrand

VENEZIA CLASSICI

Premio Venezia Classici per il miglior film restaurato

Idi i smotri (Va’ e vedi) di Elem Klimov

Premio Venezia Classici per il miglior documentario sul cinema
The Prince and the Dybbuk di Elwira Niewiera e Piotr Rosolowski

VENICE VIRTUAL REALITY

Miglior VR
Arden’s Wake (Expanded) di Eugene YK Chung

Migliore esperienza VR ( per contenuto interattivo)
La camera insabbiata di Laurie Anderson e Hsin-Chien Huang

Migliore storia VR (per contenuto lineare)
Bloodless di Gina Kim

Leggi anche