mercoledì, 23 agosto 2017

Il Noir in Festival va in Lombardia

Il Noir in Festival va in Lombardia

Roma, 21 giugno – Il Noir in Festival cambia casa e da Courmayeur, dove è nato e si è svolto per 25 anni, si trasferisce per la XXVI edizione a Como e a Milano, dall’8 al 14 dicembre.

Fedele comunque nella sua proposta che valorizza cinema, letteratura e televisione  e  fumetto, la manifestazione si rinnova, come sottolineano i direttori artistici Giorgio Gosetti e Marina Fabbri: “Dobbiamo molto alla Valle d’Aosta, ma  era ormai necessario affrontare nuove sfide e cercare nuova linfa per un progetto che fa dell’avventura,  della   ricerca e   della   trasformazione   la   sua   identità   inconfondibile”.

Tra le novità, la collaborazione con  l’Istituto Confucio dell’Università  degli Studi di Milano, l’Università dell’Insubria e lo IED  – Istituto Europeo di Design. Inoltre, il festival arriverà nella Torre e  nel  campus milanese della  IULM, dove sono in programma proiezioni, rassegne, incontri e  masterclass  per gli studenti.

Como e Milano avranno un calendario incrociato, uniti dal filo che lega la fantasia della sezione per ragazzi  “Young  Detectives” con  la  ricerca  e  l’animazione  di  “Fight  Club”.

Confermati il  concorso  internazionale, le “Conversazioni in nero”, i premi alla carriera (il  Raymond Chandler Award, assegnato a Como, e il Mystery Award, mentre con Istituto Luce  – Cinecittà viene organizzato “Ombre di Luce, dedicato alla storia italiana. Tornano anche le “Noir Series” e il premio che porta il nome di Giorgio  Scerbanenco, riservato  ai  migliori  noir  italiani  dell’anno.

Leggi anche