mercoledì, 23 settembre 2020

Il cinema italiano in Portogallo

Il cinema italiano in Portogallo

Roma, 29 marzo – Si svolge dal 30 Marzo al 7 Aprile a Lisbona la nona edizione di 8 ½ Festa do Cinema Italian, che ospita oltre 40 opere, con anteprime nazionali, film in gara, corti, documentari e titoli per bambini, per una panoramica sulla passata stagione cinematografica.

Tra gli ospiti della manifestazione, il più importante evento in Portogallo dedicato al nostro cinema e alla nostra cultura, Matteo Garrone accompagnerà Il racconto dei racconti, Checco Zalone Quo Vado? di Gennaro Nunziante, Sergio Castellitto Nessuno si salva da solo e Claudio Cupellini Alaska. Inoltre, sono attesi Gabriele Mainetti, insieme a Claudio Santamaria e Luca Marinelli, per Lo chiamavano Jeeg Robot e Greta Scarano per Suburra di Stefano Sollima. E ancora, Giuseppe Gaudino presenta Per  amor  vostro e Piero Messina il suo esordio L’attesa.

Tra i titoli proposti, nella sezione “Panorama”, ci sono, tra gli altri, Latin lover di Cristina Comencini, A bigger splash di Luca Guadagnino, Nel nome del figlio di Francesca Archibugi, Non essere cattivo di Claudio Caligari e Lea di Marco Tullio Giordana. Tra quelli in gara, Banana di Andrea Jublin e Arianna di Carlo Lavagna.

In programma anche la proiezione della copia restaurata di 8 ½ di Federico Fellini e un omaggio a Ettore Scola con i suoi film più celebri e il documentario Ridendo e scherzando delle figlie Paola e Silvia.

Dopo Lisbona, i nostri film arriveranno in altre 12 città portoghesi tra cui Porto, Coimbra, Aveiro e Funchal, fino a raggiungere in estate l’Angola e il Mozambico e nel prossimo autunno l’intero Brasile.

Leggi anche