martedì, 21 settembre 2021

I Nastri d’argento 2021 nello speciale di Rai Movie

I Nastri d’argento 2021 nello speciale di Rai Movie

Roma, 30 giugno – Una lunga dichiarazione d’amore per il cinema nella serata di festa per i 75 anni dei Nastri d’Argento, il Premio del Sindacato dei Giornalisti Cinematografici Italiani, che questa sera, mercoledì 30 giugno alle 22.50, nello speciale di Rai Movie (canale 24 del digitale terrestre), inizia al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma, e si conclude sul palcoscenico del Teatro Antico di Taormina, dove Luca Manfredi consegna il Premio intitolato a suo padre a Massimo Ghini, l’attore che il grande Nino considerava il suo erede.

Una serata di grande affetto e di ‘ripartenza’ per il cinema, realizzata con il sostegno del Mic – Direzione generale per il cinema, main sponsor BNL – Gruppo Bnp Paribas, che il Premio dei Giornalisti Cinematografici nato nel ’46 ha siglato quest’anno con un’edizione nel segno delle donne, vincitrici dei premi più importanti e dei tanti giovani, per guardare al futuro; soprattutto di un cinema che non si arrende e sta lottando, dai set alle sale, per ricominciare, proprio come avvenne con la grande rinascita nei primi del dopoguerra.

Nello speciale di Rai Movie – ancora una volta la tv dei Nastri – Miss Marx di Susanna Nicchiarelli è ‘film dell’anno’, premiato anche per la produzione italiana, per i costumi di Massimo Cantini Parrini e per la musica dei Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo. Ed è un’altra grande regista, Emma Dante a essere premiata come migliore regista per Le sorelle Macaluso, che si aggiudica anche il premio come migliore produzione dell’anno. Tra le donne una superstar della musica internazionale come Laura Pausini, Nastro per la miglior canzone originale con ‘Io si (Seen)’, scritto nella versione italiana con Niccolò Agliardi e interpretato dall’autrice, e i Nastri della ‘prima volta’ per un poker di attrici: Teresa Saponangelo come protagonista de Il buco in testa e Sara Serraiocco miglior attrice non protagonista con Non odiare e in ex aequo per la commedia con Miriam Leone per L’amore a domicilio e Valentina Lodovini per 10 giorni con Babbo Natale.

Rai Movie saluta con i Giornalisti il Nastro Europeo a Colin Firth e la migliore colonna sonora a Stefano Bollani per Carosello Carosone, ma anche il ‘Cameo dell’anno’ a Giuliano Sangiorgi, per la prima volta sullo schermo in Tutti per 1 – 1 per tutti” di Giovanni Veronesi. Molto cinema giovane tra i riconoscimenti dei Giornalisti, da Ludovica Francesconi e Alice Pagani al trio degli attori di Est – Dittatura Last Minute Premio Guglielmo Biraghi, a Ginevra Francesconi Premio ‘Graziella Bonacchi’, al Personaggio dell’anno Nastri/Persol Lorenzo Zurzolo, premiato per l’ultimo film di Federico Zampaglione Morrison. Renato Pozzetto, che un Nastro lo aveva vinto in passato come attore comico, vince il Nastro speciale come attore drammatico in Lei mi parla ancora di Pupi Avati. E ancora Kim Rossi Stuart premiato per Cosa sarà (anche miglior sceneggiatura per Francesco Bruni) e Elio Germano che ha ritirato il premio come miglior attore insieme a Matteo Rovere e Sidney Sibilia per L’incredibile storia dell’isola delle Rose, migliore commedia.

Per la prima e unica volta c’è un Nastro di Platino ed è per Sophia Loren, protagonista de La vita davanti a sé di Edoardo Ponti. Nastro come migliore regista esordiente a Pietro Castellitto e come miglior attore non protagonista a Massimo Popolizio, entrambi per I predatori.suo tratto speciale, il grande Nino che tutti continuiamo ad amare”.

Leggi anche