lunedì, 25 settembre 2017

Uomini e donne a Lecce

Uomini e donne a Lecce

Roma, 12 aprile – Schiera (un’amichevole) partita tra uomini e donne la 17.ma edizione del Festival del Cinema Europeo, che torna a Lecce dal 18 al 23 aprile con una particolare dedica a Morando Morandini, come sempre sotto la direzione di Alberto La Monica e Cristina Soldano.

La “squadra” maschile scende in campo con Krzysztof Zanussi, Lino Banfi, Elio Germano e Christian De Sica, che ricevono l’Ulivo d’oro alla carriera, mentre quella femminile è al centro dell’incontro sulla commedia italiana “Stavolta parliamo di donne”, previsto il 23 aprile, a cura di Marco Giusti, a cui partecipano Ambra Angiolini, Anna Foglietta, Raffaella Leone, Maria Sole Tognazzi, Federica Lucisano, Francesca Manieri, Paola Minaccioni, Ilenia Pastorelli e Federica Pontremoli, al fianco del presidente del Sngci Laura Delli Colli e insieme a Christian De Sica, Paolo Genovese e Carlo Verdone.

Verdone è presente al festival insieme a suo fratello Luca e sua sorella Silvia per assegnare, in accordo con il Sngci e con il CSC, il Premio Mario Verdone a un giovane autore esordiente di massimo 40 anni: quest’anno, la sfida è tra Carlo Lavagna per Arianna, Alberto Caviglia per Pecore in erba e Duccio Chiarini per Short skin.

Ad aprire la manifestazione, Lino Banfi e Maria Grazia Cucinotta, testimonial dell’AILR – Associazione Italiana per la Lotta al Retinoblastoma, che accompagnano il film Asino vola di Paolo Tripodi e Marcello Fonte, in cui hanno prestato la voce all’asino Mosé e alla gallina ‘Ngiulina.

Zanussi, il 19 aprile, presenta invece Obce cialo/Corpo estraneo, il suo lavoro più recente, e viene celebrato anche con 10 film, da Iluminacja/Illuminazione (1973) a Il sole nero (2007).
Il giorno seguente, Elio Germano è al centro di una serata che vede la proiezione di Alaska di Claudio Cupellini (2015). In rassegna, altri 9 titoli da lui interpretati, come da Liberi di Gianluca Maria Tavarelli (2002), Mio fratello è figlio unico di Daniele Luchetti (2006), Magnifica presenza di Ferzan Ozpetek (2012) e Il giovane favoloso di Mario Martone (2014).

Il 22, è la volta di De Sica, che porta a Lecce in anteprima l’opera prima Fraülein – Una commedia d’inverno di Caterina Carone, di cui è protagonista. Il festival gli rende omaggio con l’Ulivo d’Oro (a consegnarlo, Laura Delli Colli con Fausto Brizzi) e la proiezione di 10 film scelti da lui personalmente, che includono anche 5 sue regie. E ancora, all’attore è dedicata una mostra fotografica in collaborazione con il CSC.

Passando al concorso, la gara è tra 10 titoli in anteprima nazionale: Baby(a)lone di Donato Rotunno, Chromium di Bujar Alimani, Dora or The Sexual Neuroses of Our ParentsHector di Jake Gavin, interpretato dall’attore scozzese Peter Mullan, Ivy di Tolga Karaçelik, Lily Lane di Bence Fliegauf, One of us di Stephan Richter, Our everyday life di Ines Tanović, The Cleaner di Peter Bebjak e Virgin Mountain di Dagur Kári. A scegliere il vincitore, una giuria presieduta da Roberto Olla e composta da Maria Sole Tognazzi, Alessia Barela, Antonin Dedet e Karel Och. Come sempre, il Sngci darà un premio al Miglior attore europeo.

Tra le altre sezione, debutta “Commedia europea”, di cui fanno parte 5 pellicole: 21 nuits avec Pattie/ 21 night with Pattie di Arnaud & Jean-Marie Larrieu, Heil di Dietrich Brüggemann, Incidencias/Stranded di José Corbacho e Juan Cruz, Klovn forever/Klown forever di Mikkel Nørgaard, Schneider vs. Bax di Alex van Warmerdam.

A completare il programma, l’assegnazione del Premio Emidio Greco che segnala un giovane autore di cortometraggio, la sezione “Cinema & Realtà”, la proiezione dei tre finalisti del Premio Lux 2015 (il vincitore Mustang di Deniz Gamze Ergüven, Mediterranea di Jonas Carpignano e Urok di Kristina Grozeva e Petar Valchanov), la rassegna di corti “Short Matters!”, la vetrina del CSC con alcuni film di diploma degli allievi della scuola, la mostra “Monica e il cinema. L’avventura di una grande attrice”, in omaggio alla Vitti, e “Puglia Show”, il concorso riservato a giovani registi pugliesi under 35.

Infine, il festival torna nella Casa Circondariale di Lecce, proponendo due proiezioni all’interno del penitenziario. Introdotti da Luciana Castellina, Elio Germano è ospite della proiezione de La nostra vita di Daniele Luchetti e Alessandro Piva accompagna quella de Milionari.

Leggi anche