venerdì, 18 agosto 2017

Gli altri film della 74.ma Mostra

Gli altri film della 74.ma Mostra

Roma, 27 luglio (Fr. Palm.) – Immigrazione e crisi della famiglia sono i temi che dominano le opere della 74.ma Mostra di Venezia, perchè, come sottolinea il direttore Alberto Barbera, “il cinema ancora una volta sa essere un’antenna sensibile sulla contemporaneità. È questa la sua forza”.

I film italiani in concorso a Venezia 74 sono 4 (vedere articolo a parte) e chi li sfida? Tra conferme e new entry (per ben 15 autori è la prima volta al festival), tra i 21 titoli in lizza per il Leone d’Oro parecchi battono bandiera americana: George Clooney torna al Lido con Suburbicon e Darren Aronofosky con Mother!, Alexander Payne apre con Downsizing, Paul Schrader accompagna First Reformed, Frederick Wiseman Ex Libris – The New York Public Library e Guillermo del Toro da Messico è andato negli Usa per The Shape of Water. Per la Francia, c’è un tris: Jusqu’à la garde di Xavier Legrand, La villa di Robert Guédiguian e Mektoub, My Love: canto uno di Abtellatif Kechiche. L’Inghilterra, invece, gareggia con Three Billboards Outside Ebbing, Missouri di Martin McDonagh e Lean on Pete di Andrew Haigh), mentre la Cina con Human Flow di Ai Weiwei e Angels Wear White di Vivian Qu. E ancora, tra gli altri, in cartellone Sandome no satsujin (The Third Murder) di Koreeda Hirokazu, L’insulte di Ziad Doueri, Sweet Country di Warwick Thornton e Foxtrot di Samuel Maoz.

Fuori concorso, i due Leoni d’Oro alla Carriera Jane Fonda e Robert Redford sono i protagonisti di Our Souls at Night di Ritesh Batra. Un’altra coppia tra le più attese, quella formata da Penelope Cruz e Javier Bardem, diretti da Fernando León de Aranoa in Loving Pablo, con l’attore che interpreta Escobar. A Venezia ci sarà anche Stephen Frears con Victoria & Abdul e Takeshi Kitano ha il compito di chiudere la manifestazione con Outrage Coda.

Tra gli Eventi Speciali, tributo a Michael Jackson con Michael Jackson’s Thriller 3D di John Landis e Making of Michael Jackson’s Thriller (1983) di Jerry Kramer.

La mostra quest’anno propone anche due film per stomaci forti e cuori duri: Caniba di Lucien Castaing-Taylor e Verena Paravel, che si vedrà in “Orizzonti”, sull’omicida antropofago Issei Sagawa, e Brawl in Cell Block 99 di  S. Craig Zahler, proiettato a mezzanotte. “Si astenga chi non ama la violenza. E non dite poi che non vi avevo avvertito…”, precisa Barbera. Spettatori avvisati…

 

 

 

Leggi anche