martedì, 26 settembre 2017

Giffoni FF: i film in concorso

Giffoni FF: i film in concorso

Roma, 20 giugno – 104 titoli, tra lungometraggi, cortometraggi e documentari, arrivano al Giffoni Film Festival dal 15 al 24 luglio, sottoposti al giudizio dei 4.150 giurati provenienti da oltre 50 Paesi, che assegneranno il Gryphon Award per le categorie miglior lungometraggio e cortometraggio. Le storie raccontate parlano di amicizia, bullismo, immigrazione, amore, omosessualità, solitudine, viaggi nella fantasia e scoperta delle proprie origini.

 

ELEMENTS +3
Saranno i più piccoli a giudicare i 24 cortometraggi in gara. Tra questi spiccano i due registi italiani Luca Bigliazzi e Fabrizio Gammardella con Dummysaurs: The Impossible tanning e Sissy’sdream.

 

ELEMENTS +6
Storie di amicizia oltre ogni pregiudizio, coraggio e determinazione caratterizzano la sezione che propone, tra gli altri, Iqbal Farooq and the Secret Recipe di Tilde Harkamp (Danimarca), The Wild Soccer Bunch – The Legend Lives! di Joachim Masannek (Germania), Snowtime! dei registi Jean-François Pouliot e François Brisson (Canada, distribuzione italiana Notorius Pictures) e l’anteprima mondiale di Zip &Zap and the Captain’sIsland di Oskar Santos (Spagna)

 

ELEMENTS +10
Ostacoli da superare e voglia di riscatto per i protagonisti dei film proposti agli ELEMENTS +10, come Fortune Favors the Brave di Norbert Lechner (Germania), Blue Bicycle di Umit Koreken (Turchia) e Nelly’s Adventure di Dominik Wessely (Germania).

 

GENERATOR +13
Dalle problematiche adolescenziali, passando agli argomenti di attualità, senza tralasciare le atrocità storiche: queste le tematiche della sezione, composta, tra gli altri, da Learn by Heart di Mathieu Vadepied (Francia) e Fanny’s Journey di Lola Doillon (Francia-Belgio, distribuzione italiana Lucky Red), con Cecilé de France.

 

GENERATOR +16
Piccoli problemi di cuore e turbamenti di una generazione che si prepara ad entrare nel mondo dei grandi sono al centro dei film come Rag Union di Mikhail Mestetskiy (Russia), The Violin Teacher di Sergio Machado (Brasile, distribuzione italiana Academy Two) e My Name Is Emily di Simon Fitzmaurice (Irlanda).

 

GENERATOR +18
Produzioni che provengono da mezzo mondo (dalla Colombia al Belgio, passando per la Germania, la Francia e gli Usa) sono state scelte per raccontare la complessità dell’adolescenza con Anna di Jacques Toulemonde (Colombia/Francia) Black di Adil El Arbi & Bilall Fallah (Belgio) e Urban Hymn di Michael Caton-Jones (Regno Unito),

 

GEX DOC
Tematiche forti e quanto mai attuali quelle affrontate in Gex Doc, a cui partecipa anche Alessandro Piva con My Room (Camera Mia), che descrive la generazione sulla soglia dell’età adulta che si racconta nei gusti, nelle aspirazioni, nelle opinioni personali tra cinema, narrativa, aspettative sul futuro, sesso, amore, religione, politica.

 

PARENTAL CONTROL – DESTINAZIONE ITALIA

Sei i cortometraggi, tutti italiani, in questa sezione: Il Lato Oscuro di Vincenzo Alfieri, Finché c’è vita c’è speranza di Valerio Attanasio, Terra Promessa di Francesco Colangelo, Mare d’Argento di Carlos Solito, Ancora un’altra storia di Gabriele Pignotta, Stella Amore di Cristina Puccinelli.

 

 

 

Leggi anche