lunedì, 5 dicembre 2016

Festa di Roma, gli eventi in città

Festa di Roma, gli eventi in città

Roma, 30 novembre (Fr. Pierl) – Una Festa “mobile e migrante, che mescola i generi, il calore dei rapporti con i protagonisti, la ricerca indipendente, il cinema del reale, lo spirito teen e soprattutto la formazione del pubblico. Un evento per la città, per tutti e alla portata di tutti, sempre dal centro alle periferie”. L’anima della Festa del Cinema di Roma, sintetizzata dal presidente della Fondazione Cinema per Roma Piera Detassis, è ben rappresentata dalle tante declinazioni che ritroveremo per la Capitale, secondo un modello di evento diffuso che va dal MAXXI alla Casa del Cinema, include i cinema Farnese Persol, Moderno, Trevi, Broadway, Cineland, le sale Admiral e Kino per Alice nella città e un’assoluta novità, il Mazda MX-5 Drive-in. Una Festa che si inventa il tappeto rosso di Via Condotti, con l’omaggio durante tutta la manifestazione alla settima arte, attraverso le vetrine dei negozi e la proiezione il 18 ottobre a Trinità dei Monti di Vacanze Romane.

Tra gli eventi per Roma:
-Migrarti. Cinema Senza Frontiere, curato da Valerio Carocci, alla Scuola Di Donato, sei notti di cinema e incontri nel quartiere multietnico per eccellenza, l’Esquilino. Sul grande schermo sei film che raccontano, con linguaggi e sensibilità differenti, la condizione dei migranti, come Il ribelle dell’Anatolia di Elia Kazan, My beautiful laundrette di Stephen Frears, La sposa turca di Fatih Akin, L’orchestra di Piazza Vittorio di Agostino Ferrente, La mia classe di Daniele Gaglianone.

-‘La Festa Del Cinema A Rebibbia’: si porteranno nel carcere romano quattro appuntamenti internazionali, aperti a liberi e detenuti: un esperimento di integrazione attraverso il Cinema e il Video-Teatro. Proiezioni pomeridiane e serali, grandi film e, il 20 ottobre, prima assoluta di uno spettacolo in live streaming da un Carcere. In collegamento diretto con l’Auditorium del MAXXI, un nuovo cult dei detenuti-attori, già protagonisti di Cesare deve morire, ora alle prese con l’Inferno di Dante in full-HD, regia di Fabio Cavalli.

-Non si dimentica il dramma dei rifugiati e in collaborazione con Unhcr, l’Agenzia per i Rifugiati dell’ONU, viene presentato al Maxxi il documentario If I Close My Eyes di Francesca Mannocchi e Alessio Romenzi, che racconta la vita dei profughi siriani in Libano e soprattutto le storie dei bambini che non possono studiare, costretti a lavorare per una manciata di dollari al giorno, profughi bambini che hanno perso il diritto fondamentale all’istruzione e allo studio.

-Poco lontano dall’Auditorium, sulla collina di Villa Glori, si trova una casa famiglia che da anni aiuta una comunità di malati di AIDS, il centro Caritas voluto negli anni Ottanta da Don Luigi Di Liegro. La Festa del Cinema vuole quest’anno condividere uno dei propri appuntamenti con questa comunità e con i suoi ospiti. All’interno della sala cinema della casa famiglia verrà proiettato Mezzogiorno e mezzo di fuoco di Mel Brooks.

– All’ Eur, nel piazzale antistante il Palazzo dei Congressi, sarà possibile rivivere l’esperienza dei guardare il cinema ‘in macchina’ grazie al Mazda MX-5 Drive-in. In un’area complessiva di 4.600 metri quadrati, i passeggeri di 100 automobili potranno godere della proiezione dei film su un megaschermo cinematografico di 25 metri per 10.

Leggi anche