domenica, 28 novembre 2021

Favino, i tempi del desiderio in Promises

Favino, i tempi del desiderio in Promises

Roma, 17 ottobre – “Un personaggio complesso e con tante sfaccettature immerso nella solidità del racconto e nei bellissimi dialoghi. Ogni ruolo mi lascia una riflessione e, in questo caso, sono state riflessioni malinconicamente dolci sul vissuto della nostra vita”. E’ per Pierfrancesco Favino il personaggio di Alexander, interpretato in Promises il film, girato in inglese, di Amanda Sthers, che porta sul grande schermo il suo libro omonimo, in selezione ufficiale alla Festa del Cinema di Roma e in sala dal 18 novembre con Vision Distribution. Nel cast anche Kelly Reilly, Jean Reno, Cara Theobold, Kris Marshall, Deepak Verma, Leon Hesby e Ginnie Watson.
Nel film Alexander è un uomo con un’infanzia difficile alle spalle, finalmente felice con sua moglie e la loro bambina. Laura è una gallerista d’arte in procinto di sposarsi. Quando si incontrano a una festa capiscono al primo sguardo che non avranno scampo. Ma la vita sembra avere altri piani per loro. Tra scelte che non riusciranno a compiere e un destino ripetutamente beffardo, attraverseranno tutta la loro esistenza tormentati da un sentimento che li divora.

“Il tempo giusto dell’incontro è una cosa che determina molto il nostro vissuto, ed è quello del tuo desiderio. In questo mi ci rivedo, mi sono capitate tante cose nel momento giusto, tante cose nel momento sbagliato. Non ho la tendenza ad avere rimorsi, ma è vero non ho neanche l’età di Alexander quando di gira indietro a guardare le proprie scelte” aggiunge l’attore.

“Ho scritto undici romanzi, ma sette anni fa ho avuto forte il desiderio di fare una storia davvero romantica ed è uscito fuori Promises – spiega la scrittrice e regista – non avrei però mai immaginato che sarebbe diventato un film”.

Leggi anche