giovedì, 1 ottobre 2020

Eravamo quattro amici… allo stadio

Eravamo quattro amici… allo stadio

Roma, 31 gennaio (Fr. Pierl) – “Oggi vivo il calcio soprattutto da padre ma da ragazzino l’ho vissuto soprattutto anche in curva con gli amici” dice Ricky Memphis che da tanto tempo non va più allo stadio ma sarà il protagonista di un film in cui, con I colori giallorossi, vivrà un’avventura speciale, che punta a raccontare il calico e il tifo da stadio in maniera assolutamente giowwiosa. “Sarà un pretesto per parlare di rapporti umani e sentimenti” dice. E in effetti il film, sul set in questi giorni all’Olimpico, sarà soprattutto una storia attraverso la quale raccontare l’evoluzione della vita di quattro amici in chiave di commedia, ovviamente, anche se con qualche tono serio”.

La sfida del 2008 in Champions League, Real Madrid – Roma, è la meta dei quattro tifosi romanisti che Ovunque tu sarai, opera prima di Roberto Capucci, racconterà, appunto, con Ricky Memphis, Francesco Apolloni, Francesco Montanari, Primo Reggiani e Ariadna Romero.

Nella storia, i protagonisti sono Carlo (Memphis), titolare di un’agenzia di servizi; Francesco (Reggiani), un musicista che sta per sposarsi; Giordano (Montanari), che vive il tifo quasi come una missione e il più scatenato di tutti, Luca che guarda caso ha nel film un soprannome significativo: Loco (è Apolloni).

L’incontro durante il viaggio verso Madrid con una cantante, Pilar (Romero), scombinerà amicizie ed equilibri tra I quattro. L’uscita a ottobre con M2 Pictures.

“I miei punti di riferimento erano commedie come Febbre a 90° e Amici miei – spiega Capucci, già regista di vari spot – Con Francesco Apolloni, che è anche cosceneggiatore, abbiamo unito l’amore per il calcio dei protagonisti e la loro amicizia al viaggio, un percorso di scoperte. Il tifo per la Roma è solo una cornice, anche io stesso sono un grande appassionato di calcio e vado allo stadio fin da bambino. La Roma? Ci ha fatto soffrire ed è anche per questo bella da raccontare”.

 

Leggi anche