mercoledì, 5 ottobre 2022

E’ stata La mano di Dio di Sorrentino scelto per rappresentare l’Italia agli Oscar

E’ stata La mano di Dio di Sorrentino scelto per rappresentare l’Italia agli Oscar

Roma, 26 ottobre – La Commissione di Selezione per il film italiano da designare all’Oscar istituita dall’ANICA su incarico dell’“Academy of Motion Picture Arts and Sciences”, riunita davanti a un notaio e composta da Alberto Barbera, Nicola Borrelli, Francesca Calvelli,
Edoardo De Angelis, Piera Detassis, Andrea Goretti, Benedetto Habib, Federica Lucisano, Paolo Mereghetti, Lucia Milazzotto, Anna Praderio, ha votato “E’ stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino quale film che rappresenterà l’Italia alla 94ma edizione degli Academy Awards nella selezione per la categoria “International Feature Film Award”.

E’ stata la mano di Dio” è il mio film più importante e doloroso e sono felice che tutto questo dolore oggi sia approdato alla gioia”, dice il regista Paolo Sorrentino dopo la notizia della scelta del suo film per rappresentare l’Italia agli Oscar. “Quello di oggi è solo il primo passo e il bello di questa gara è che l’unica competizione al mondo in cui arrivare già tra i primi cinque è una vittoria”, prosegue. “Sono felice che il film sia stato selezionato. Ringrazio di cuore la commissione dell’Anica, che ha scelto il mio tra tanti bei film.Ringrazio The Apartment, Fremantle e Netflix per avermi sostenuto. W il cinema italiano”

“E’ stata la mano di Dio” concorrerà per la shortlist che includerà i quindici migliori film internazionali selezionati dall’Academy e che sarà resa nota il 21 dicembre 2021. L’annuncio delle nominations (la cinquina dei film nominati per concorrere al premio) è previsto per l’8 febbraio 2022 mentre la cerimonia di consegna degli Oscars® si terrà a Los Angeles il 27 marzo 2022.

‘Ricevendo il premio Nobel per la Letteratura, Kazuo Ishiguro ricordò che le grandi e floride industrie dell’editoria, della televisione, del teatro e del cinema, si ergono tutte intorno alle storie”. Lo dice Chiara Sbarigia, presidente di Cinecittà, a proposito della selezione agli Oscar per l’Italia, come migliore film internazionale, del film di Paolo Sorrentino È stata la mano di Dio.

“E alla fine tutto si risolve in una persona che dice a un’altra: questo è ciò che sento io. È lo stesso anche per te? Quando ho visto il film ‘La mano di Dio’ mi sono ricordata di quel discorso e ho pensato che pochi altri al mondo oggi sono in grado di raccontarci una storia e toccarci il cuore come Paolo Sorrentino. Questo è lo scopo più nobile di ogni espressione artistica e sono felice che un film come questo rappresenti il nostro Paese”, conclude.

Leggi anche