martedì, 17 maggio 2022

E noi come stronzi rimanemmo a guardare, contro la dittatura dell’algoritmo

E noi come stronzi rimanemmo a guardare, contro la dittatura dell’algoritmo

Roma, 24 ottobre – Un racconto di ribellione all’ ”algoritmo” che ormai sovrintende, sempre più, le dinamiche di gran parte della società. Sempre più saremo costretti a fare le cose più insensate e illogiche, cambiando magari usanze e tradizioni, fino a vivere una vita che non ci appartiene”. Così Pierfrancesco Diliberto in arte Pif descrive E noi come stronzi rimanemmo a guardare, il nuovo film Sky Original, prodotto da Wildside,società del gruppo Fremantle, Vision Distribution e I Diavoli, presentato come Evento Speciale alla Festa del Cinema di Roma,a l cinema in uscita limitata il 25-26-27 ottobre e prossimamente su Sky. Con i protagonisti sono Fabio De Luigi e Ilenia Pastorelli, un cast che comprende Pif, Valeria Solarino, Maurizio Marchetti, Maurizio Lombardi e Eamon Farren.

Al centro della storia c’è Arturo un manager rampante che, senza sospettarlo, introduce l’algoritmo che lo renderà superfluo nella sua azienda. Perde così in un solo colpo fidanzata, posto di lavoro e amici. Per non rimanere anche senza un tetto si adatterà a lavorare come rider per FUUBER, una grande multinazionale, colosso della tecnologia. L’unica consolazione alla sua solitudine è Stella, un ologramma nato da una app sviluppata dalla stessa FUUBER. Ma dopo la prima settimana di prova gratuita, quando Arturo è ormai legato alla figura di Stella, lui non può permettersi di rinnovare l’abbonamento. Arturo si troverà così costretto a darsi da fare per ritrovare l’amore e la libertà, ammesso che esistano davvero…

Leggi anche