mercoledì, 19 settembre 2018

David, miglior film Ammore e malavita

David, miglior film Ammore e malavita

Roma, 21 marzo – E’ Ammore e malavita dei Manetti bros a conquistare il premio come miglior film e un totale di cinque statuette alla 62/a edizione dei David di Donatello. Come miglior regista vince invece Jonas Carpignano con A Ciambra, che era stato anche candidato italiano agli Oscar. Migliori attori protagonisti Jasmine Trinca (Fortunata) e Renato Carpentieri (La tenerezza). Migliori non protagonisti Claudia Gerini per il film dei Manetti e Giuliano Montaldo per Tutto quello che vuoi. Tutti i premi:

Miglior film
Ammore e malavita, regia di Manetti Bros.

Miglior regista
Jonas Carpignano – A Ciambra

Migliore attrice protagonista
Jasmine Trinca – Fortunata

Miglior attore protagonista
Renato Carpentieri – La tenerezza

Migliore attrice non protagonista
Claudia Gerini – Ammore e malavita

Miglior attore non protagonista
Giuliano Montaldo – Tutto quello che vuoi

Miglior regista esordiente
Donato Carrisi – La ragazza nella nebbia

Migliore sceneggiatura originale
Susanna Nicchiarelli – Nico, 1988

Migliore sceneggiatura adattata
Fabio Grassadonia e Antonio Piazza – Sicilian Ghost Story

Miglior produttore
Luciano Stella e Maria Carolina Terzi per Mad Entertainment e Rai Cinema – Gatta Cenerentola

Migliore autore della fotografia
Gian Filippo Corticelli – Napoli velata

Miglior musicista
Pivio e Aldo De Scalzi – Ammore e malavita

Migliore canzone originale
Bang bang (musica di Pivio e Aldo De Scalzi, testo di Nelson, interpretata da Serena Rossi, Franco Ricciardi e Giampaolo Morelli) – Ammore e malavita

Miglior scenografo
Deniz Gokturk Kobanbay, Ivana Gargiulo – Napoli velata

Miglior costumista
ex aequo
Daniela Salernitano – Ammore e malavita
Massimo Cantini Parrini – Riccardo va all’inferno

Miglior truccatore
Marco Altieri – Nico, 1988

Miglior acconciatore
Daniela Altieri – Nico, 1988

Miglior montatore
Affonso Gonçalves – A Ciambra

Miglior suono
Adriano Di Lorenzo, Alberto Padoan, Marc Bastien, Éric Grattepain, Franco Piscopo – Nico, 1988

Migliori effetti digitali
Mad Entertainment – Gatta Cenerentola

Miglior documentario di lungometraggio
La lucida follia di Marco Ferreri, regia di Anselma Dell’Olio

Miglior cortometraggio
Bismillah, regia di Alessandro Grande

Miglior film dell’Unione Europea
The Square, regia di Ruben Östlund

Miglior film straniero
Dunkirk, regia di Christopher Nolan

Premio David giovani
Tutto quello che vuoi, regia di Francesco Bruni

David speciale
Stefania Sandrelli alla carriera.
Steven Spielberg alla carriera.
Diane Keaton alla carriera.

Leggi anche