domenica, 3 luglio 2022

David Cronenberg al Matera Film Festival 2021

David Cronenberg al Matera Film Festival 2021

Roma, 26 settembre – Il Matera Film Festival 2021 si terrà dal 2 al 10 ottobre nella “Città dei Sassi”. Ad inaugurare la rassegna sarà il concerto del Premio Oscar Nicola Piovani. Ospite d’onore il regista canadese Leone d’Oro alla Carriera David Cronenberg protagonista di una masterclass, una mostra e una retrospettiva. Presentazione etichetta realizzata dal fumettista Giulio Giordano per il Consorzio di Tutela Aglianico del Vulture. In giuria, tra gli altri, Anastasia Michelagnoli, Maria Sole Tognazzi, Igort, Roberta Torre, Steve Della Casa, Margareth Madè, Antonio Calbi e Silvia Luzi.

Presidenti dell’evento sono Dario Toma e Annarita Del Piano, la direzione artistica musicale è affidata a Giuseppe Papasso, mentre la direzione artistica è curata da Silvio Giordano, Nando Irene e Michelangelo Toma. Fondamentale il contributo offerto dal comitato scientifico composto da: Manuela Gieri, Salvo Bitonti, Fabio Viola, Donato Santeramo e Giuseppe Palumbo. La kermesse prevede un ricco programma di eventi, ospiti e proiezioni, prenotabili sul sito ufficiale www.materafilmfestival.it a partire dal 25 settembre.

I numeri del Festival

Sono 5 le location allestite, 9 giorni di cartellone, 1 concerto, 1 mostra, 55 eventi programmati, più di 50 ore di proiezioni, una diretta su Rai Radio 3 nel programma “Hollywood Party”, 10 talk e 4 presentazioni di libri. Circa 100 le persone presenti, più di 200 notti prenotate, decine le strutture ricettive e i ristoranti coinvolti.

Il simbolo e la locandina

ll simbolo del festival è la balena ‘Giuliana’, il più grande cetaceo del Pleistocene mai scoperto, rinvenuto nel 2006 sulle sponde del Lago di San Giuliano, da cui prende il nome. La locandina ufficiale di quest’anno, realizzata dal creative director Silvio Giordano, vede la balena con un cordone ombelicale collegato alla terza città più antica del mondo: Matera. Attraverso il sangue contenuto nel cordone ombelicale riceve nutrimento e ossigeno da essa. Come la madre con il figlio. Come il nostro rapporto con il pianeta Terra sempre più labile e contaminato. Il cordone ombelicale è un chiaro riferimento alla “bioporta” del film eXistenZ di David Cronenberg, pronta a collegarci in un mondo parallelo realistico. I colori scelti sono quelli autunnali del mese di ottobre e l’ambientazione ha una atmosfera sconosciuta e primordiale. La balena del MFF del 2021 ci ricorda come tutti noi veniamo dal buio dell’utero e nel buio torneremo. Ma nel mezzo di questo percorso possiamo trovare luce e creare luce. Per noi la luce è anche il cinema.

L’inaugurazione

Il festival inaugura con un evento d’eccezione, sabato 2 ottobre alle 21,00 a ‘Cava del Sole’: il concerto del Maestro Premio Oscar Nicola Piovani, compositore tra i più importanti e amati del cinema e del teatro mondiali. “In questo Festival abbiamo deciso di dare centralità alla musica. E’ nostro desiderio che la sua apertura venga affidata ogni anno ad un compositore di fama internazionale che offra agli spettatori una lecon concert. Durante l’evento il Maestro Piovani riceverà il premio alla carriera” ha spiegato Giuseppe Papasso, direttore artistico della sezione musicale.

David Cronenberg

Il grande Maestro del cinema internazionale il 3 ottobre alle 11,00 inaugurerà la mostra ‘La Nuova Carne. Dodici maestri del Fumetto Italiano omaggiano il Cinema di David Cronenberg’. L’esposizione, co-prodotta dal Matera Film Festival, con il Salone Internazionale della Cultura Pop di Napoli, e realizzata grazie alla collaborazione della Marco Lucchetti Art Gallery di Lugano, si svolgerà dal 3 ottobre al 7 novembre nel Museo Nazionale di Matera – Palazzo Lanfranchi. Un evento straordinario, inedito ed originale con opere realizzate per l’occasione. Lo stesso giorno alle 18,00 Cronenberg parteciperà alla presentazione della retrospettiva a lui dedicata “Beyond Borders/Oltre il confine”, che aprirà le proiezioni del festival con il film The Fly (La mosca, 1986). Sempre domenica alle 23,00 sarà la volta di Dead Ringers (Inseparabili, 1988), mentre il 4 ottobre alle 22,30 toccherà a Videodrome (1983). Il 6 ottobre alle 21,00 Spider (2002) e alle 23,00 Scanners (1981), mentre chiudono la retropsettiva A History of Violence (2005) il 7 ottobre alle 22,30 e eXistenZ (1999), l’8 ottobre alla stessa ora. Infine, il 6 ottobre alle 19,00 nell’Auditorium “R. Gervasio”, terrà l’attesissima masterclass introdotta da Donato Santeramo, direttore del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture, della canadese Queen’s University di Kingston e moderata Manuela Gieri, docente di Storia e Teorie del Cinema, dell’Università degli Studi della Basilicata.

Tre concorsi di film: lungometraggi, documentari e cortometraggi

Sono state circa 400 le iscrizioni nelle tre sezioni concorsuali e 26 opere scelte (16 cortometraggi, 4 lungometraggi e 6 documentari) proveniente da ben quattro continenti (Europa, America, Asia e Africa), facendo dell’internazionalità una cifra stilistica della selezione. Un’attenzione particolare è stata riservata alle cinematografie emergenti e alle produzioni indipendenti. Tra i principali temi trattati nelle sezioni concorsuali, emergono quelli relativi al mondo del lavoro, alle dinamiche familiari, al rapporto del sé con il circostante e alla multiforme violenza che pervade la società. Tra i Paesi presenti ci sono: Kosovo, Canada, Cina, Iran, Romania, Giordania, Macedonia, Ghana, Portogallo, Svezia e Pakistan, per citarne solo alcuni. Nella serata di premiazione saranno assegnati, per ciascuna sezione concorsuale, i premi per il Miglior Film e per la Miglior Interpretazione. La direzione artistica attribuirà le menzioni speciali, mentre il Comune di Matera assegnerà il premio “Città di Matera”.

Rai Cinema Channel: Premio e Virtual Reality (VR)

Il 3 ottobre alle 12,00 negli Ipogei di San Francesco, sarà inaugurato il corner VR di Rai Cinema Channel, dove sarà possibile visionare: Revenge Room di Diego Botta, Happy Birthday di Lorenzo Giovenga, La stanza di Giuseppe Alessio Nuzzo e La regina di cuori di Thomas Turolo.

Infine, il miglior cortometraggio vincerà il premio “Rai Cinema Channel”: riconoscimento del valore di 3 mila euro. Il premio consiste in un contratto di acquisto per tre anni dei diritti web e free tv del corto da parte di Rai Cinema e godrà della visibilità su www.raicinemachannel.it, sui suoi siti partner e, a discrezione dei responsabili delle Reti, sui canali Rai.

Eventi speciali e collaterali

Il 4 ottobre alle 9,30 in Auditorium ci sarà ‘SCIASCIA 100’ con, in primis, la presentazione del progetto scuole ‘Cinema e Letteratura’ in collaborazione con il Salone Internazionale del libro di Torino. Alle 18,00 nella Casa Cava ci sarà il talk ‘Rotolando verso Sud. Per uno storytelling meridionale’ con Angelo Mellone, vice direttore di Rai1.

Lunedì 4 ottobre alle 19,30 sempre in Auditorium, il Matera Film Festival ospita fuori concorso, grazie alla collaborazione con la Fondazione Matera Basilicata 2019, la prima proiezione a Matera e in Basilicata de Il Nuovo Vangelo del regista svizzero Milo Rau, che incontrerà il pubblico in compagnia dell’attivista Yvan Sagnet in un talk moderato dalla giornalista Angela Mauro. Il docufilm sarà replicato il 10 ottobre alle 20,30.

Martedì 5 ottobre alle 19,00 nella Casa Cava, Igort, il direttore della rivista Linus, si racconterà nel talk ‘One Man Band. Igort tra fumetti, cinema, editoria e musica’, moderato da Giuseppe Palumbo, fumettista e membro comitato scientifico Matera Film Festival, mentre chiuderà la serata Sabina Guzzanti che si racconterà dopo la proiezione fuori concorso del suo nuovo lavoro ‘Spin Time, che fatica la democrazia!’.

Giovedì 7 ottobre alle 11,00 nell’Auditorium ci sarà il talk su ‘Pasquale Festa Campanile, lo scrittore di film’, con gli interventi del figlio Raffaele Festa Campanile, autore e regista, Dario Toma e Manuela Gieri. Alle 15,00, invece, ci sarà l’incontro ‘Non siete sole. La condizione della donna nei Paesi Mediorientali’ realizzato in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità della Regione Basilicata.

Venerdì 8 ottobre alle 19,00 a Casa Cava ci sarà un interessante dibattito sull’attualità più cogente “il futuro del cinema nell’era post Covid” con Francesca Cualbu, COO di Groenlandia Films e Roberto Stabile, Presidente Lucana Film Commission.

Sabato 9 torna al centro il cinema girato nel talk tra Roberto De Feo e Silvio Giordano che discuteranno di “A Classic Horror Story”, un horror che è un omaggio alla tradizione di genere italiana, uscito su Netflix nel luglio scorso, che pesca da riferimenti classici riletti in chiave moderna, mantenendo sempre alto il livello di tensione. La giornata si chiude alle 20,30 con la serata di premiazioni, diretta da Salvo Bitonti e condotta dall’attrice Liliana Fiorelli.
Per Dario Toma e Anna Rita Del Piano, Presidenti del Matera Film Festival “stiamo costruendo un festival che si struttura secondo lo schema dei principali festival nazionali ed internazionali. E’ stato fatto un ottimo lavoro di selezione con opere provenienti da ogni parte del mondo. Nello stesso evento sono presenti contemporaneamente un premio Oscar e un Leone d’oro. Un successo straordinario frutto del lavoro di un team a cui va il nostro ringraziamento. Solo così si sta realizzando un grande progetto con una macchina organizzativa complessa, capace di attrarre interesse dall’Italia e dall’Estero”.

Per Nando Irene, Silvio Giordano e Michelangelo Toma, Direttori artistici del Matera Film Festival “fondamentale è stato il supporto degli imprenditori locali e delle strutture ricettive della città che hanno offerto un grande supporto nella realizzazione dell’evento. La kermesse ha un programma ricco e variegato capace di intercettare le preferenze di un ampio ventaglio di spettatori. David Cronenberg è uno dei cineasti più attuali che operano sulla scena internazionale, ha appena finito di girare un nuovo film e averlo proprio in questo momento a Matera è straordinario”.

Leggi anche