sabato, 26 maggio 2018

Da Venezia a Mosca, il cinema italiano in missione

Da Venezia a Mosca, il cinema italiano in missione

Roma, 7 febbraio – Prosegue fino a domenica la IX edizione di Da Venezia a Mosca, la rassegna che porta nella capitale russa una selezione del cinema italiano presentato alla scorsa edizione della Mostra del cinema di Venezia. Otto lungometraggi e tre corti, organizzata dalla Biennale di Venezia in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia e l’Istituto italiano di cultura a Mosca. Ad accompagnare i loro film anche Sebastiano Riso (Una famiglia) e Silvio Soldini (Il colore nascosto delle cose). Del Concorso della Mostra di Venezia 2017 saranno proiettati anche Ammore e malavita dei Manetti Bros. mentre per il Fuori Concorso presente anche il corto Il signor Rotpeter di Antonietta De Lillo. Per la sezione Orizzonti, il film vincitore Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli, Controfigura di Rä di Martino, Gatta Cenerentola di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone, La vita in comune di Edoardo Winspeare e i corti L’ombra della sposa di Alessandra Pescetta e Futuro prossimo di Salvatore Mereu. Infine spazio ai Classici, con la versione restaurata di Deserto rosso di Michelangelo Antonioni, che fu premiato col Leone d’oro alla Mostra di Venezia 1964.

Leggi anche