sabato, 28 novembre 2020

Crowe e Gosling, Nice Guys da commedia

Crowe e Gosling, Nice Guys da commedia
Photo Credit To Pietro Coccia

Cannes, 15 maggio (red.Cin) – Una coppia di divi, Ryan Gosling e Russell Crowe, sono le star della commedia action-gialla vintage, vista l’ambientazione negli anni ’70, The Nice Guys di Shane Black, presentata oggi fuori concorso a Cannes. Un lancio europeo che porterà i due attori e il regista la prossima settimana anche a Roma (l’uscita in sala sarà il 1 giugno).

La storia del film è ambientata nella ‘libera’ e pericolosa Los Angeles degli anni ‘70, dove un investigatore privato, Holland March (Ryan Gosling), e un detective senza scrupoli, Jackson Healy (Russell Crowe), si alleano per risolvere il caso di una ragazza scomparsa e la morte di una porno star che apparentemente non sembrerebbero correlate. Nel cast, anche, fra gli altri, Matt Bomer, Margaret Qualley e Kim Basinger.

Rispetto ai due protagonisti nelle corde comiche, il regista li ha definiti ”due attori molto fisici’. Il miglior tipo di commedia per me è quella che non vuole essere pretenziosa ma che come un giocoliere per strada usa ogni metodo per tenere sempre viva l’attenzione del pubblico”.

Crowe, a chi gli cha chiesto se usasse come attore il metodo Stanislavski, ha risposto chiaro: ”Uso il metodo Russell Crowe. Non sono mai stato in una scuola di recitazione e solo una volta che ho preso lezioni, ho studiato i testi classici per circa tre settimane. Ma recito da quando avevo sei anni, con il tempo diventi sempre più efficiente nell’arrivare al cuore del personaggio che stai preparando. Non so nemmeno cosa sia il metodo Stanislavki e non voglio saperlo. Chi vuole essere attore, ci lavori da solo”.

Per Gosling, come eventuale coppia di supereroi ”io sarei Batman e lui Robin” ha scherzato, mentre Crowe ha rilanciato, ”somiglieremmo più a Fatman è Ribbon”.

Leggi anche