mercoledì, 23 agosto 2017

Cotillard: mal d’amore per Garrel

Cotillard: mal d’amore per Garrel
Photo Credit To Pietro Coccia

Cannes, 15 maggio (red. cin.) – Nasce da un romanzo della scrittrice sarda Milena Agus ed è stato presentato oggi in concorso Mal de pierres di Nicole Garcia, mélo con Marion Cotillard, una storia di anime perdute che s’incontrano, ambientata nella trasposizione cinematografica nel Sud della Francia. Pietre che sono in realtà i calcoli renali di Gabrielle, costretta negli anni ’50 a un matrimonio stanco. Proprio in clinica, nel romanzo un luogo termale dove andrà per curarsi, troverà una storia d’amore clandestina con un altro paziente (Louis Garrel), che la porterà sull’orlo della follia.

La protagonista è Marion Cotillard, che ha accettato la parte dopo un lungo corteggiamento: “Ma avevo molti impegni  e volevo dedicarmi  bene alla storia– ha spiegato – e avevo bisogno di tempo. Gabrielle soffre tantissimo nel film e io, che somatizzo molto, ero scettica sul dirle di si. Poi però mi sono innamorata della storia, anche se mi sono presa un anno di riposo Nicole mi ha aspettato”.

Dice ancora l’attrice: “Lavorare a un film è come essere innamorati. Non vorresti pensarci ma ci pensi comunque tutto il giorno.” E Gabrielle? “Non ama realmente il suo uomo, lo sfrutta per uscire dalla sua condizione e la clinica a sua volta è un modo per fuggire da lui, ma solo alla fine scopre quanto lui veramente l’abbia amata e quanto sia stato generoso e quanto ha fatto veramente per lei.”

Leggi anche