martedì, 29 settembre 2020

Premio Virna Lisi alla Buy

Premio Virna Lisi alla Buy

Roma, 9 novembre – L’8 novembre 1936 nasceva una delle più grande attrici italiane, Virna Lisi. L’8 novembre, nel giorno della sua nascita, la famiglia e gli eredi di Virna Lisi assieme a CityFest – il contenitore di eventi culturali a cura della Fondazione Cinema per Roma presieduta da Piera Detassis – hanno dedicato un tributo all’interprete che ha attraversato sei decenni di grande cinema italiano e internazionale, vincendo quattro David di Donatello, sette Nastri d’Argento, il Premio Bianchi a Venezia, il Prix d’interprétation féminine al Festival di Cannes e recitando a Hollywood accanto a leggende come Jack Lemmon, Tony Curtis e Frank Sinatra.

Alla Sala Petrassi dell’Auditorium, il pubblico ha assistito alla proiezione di Tenderly di Franco Brusati, presentato nella versione restaurata a cura di CSC – Cineteca Nazionale, Lucky Red insieme a Corrado Pesci e Istituto Luce Cinecittà. Il film mostra il talento raro e prezioso dell’attrice italiana, in grado di passare da ruoli molto legati agli stereotipi classici della femminilità a interpretazioni più complesse e ricche di sfumature: è il caso di Jolanda, protagonista di Tenderly, donna forte, indipendente e trasgressiva, distante dalle convenzioni borghesi, che forma un’inconsueta coppia con Franco, ambizioso medico, interpretato dal grande George Segal, attore candidato all’Oscar® e vincitore di due Golden Globe. Con questa brillante commedia, uscita nelle sale nel 1968, il cineasta Franco Brusati, autore da riscoprire, colto ed ecclettico, svela temi e contraddizioni che deflagreranno proprio nell’anno della contestazione.

Il tributo, presentato dall’attrice e cantante Lina Sastri, si è completato con l’assegnazione del nuovo “Premio Virna Lisi alla migliore attrice dell’anno” che quest’anno è stato consegnato ad una delle interpreti italiane più amate da pubblico e critica, Margherita Buy. Lisi e Buy hanno condiviso il primato di Nastri d’Argento (7), divenuti 8 proprio quest’anno per la Buy con l’ultimo film di Nanni Moretti. Inoltre hanno entrambe ricevuto il Ciak d’Oro nel 2002, Lisi alla carriera, Buy come migliore attrice per Il più bel giorno della mia vita. 

“Nel nostro immaginario, Virna Lisi rappresenta uno straordinario universo di simboli solo apparentemente in collisione fra loro – spiega Piera Detassis, presidente della Fondazione Cinema per Roma – È diva e antidiva allo stesso tempo, icona di bellezza ma anche madre e moglie appassionata alla vita famigliare. È un esempio, attuale, di fascino ed eleganza, ma anche di forza, duttilità e umiltà. Sta in questo la sua grandezza, sia come interprete che come donna. L’abbiamo scelta come immagine della decima edizione della Festa del Cinema. Ora la celebriamo in una serata dedicata, con affetto, al suo ricordo”.

 

Leggi anche