martedì, 26 settembre 2017

Cinema Europeo: i vincitori

Cinema Europeo: i vincitori

Lecce, 23 aprile – L’Ungheria vince al Festival del Cinema Europeo, che si è concluso con successo a Lecce, diretto da Cristina Soldano e Alberto La Monica: Lily Lane di Bence Fliegauf porta a casa l’Ulivo d’Oro della 18.ma edizione, premiato per “l’originalità e la forza delle immagini – come si legge nella motivazione – L’autore propone un film personale che sfugge ai canoni della drammaturgia classica”. A deciderlo, la giuria composta da Roberto Olla (presidente), Karel Och, Antonin Dedet, Maria Sole Tognazzi e Alessia Barela.

Il Premio per la Miglior Sceneggiatura è andato a Ines Tanović per Our everyday life (Bosnia Erzegovina, Croazia, Slovenia, Germania) da lei diretto, mentre il Premio Speciale della Giuria è stato assegnato a Virgin Mountain (Islanda, Danimarca 2015) di Dagur Kári. E ancora, il Premio per la Miglior Fotografia è stato vinto da Martin Žiaran per The Cleaner (Slovacchia, 2015) di Peter Bebjak.

La giuria FIPRESCI – composta da Martin Kanuch, René Marx, Giuseppe Sedia – ha assegnato all’unanimità il premio a Our everyday life (Bosnia Erzegovina, Croazia, Slovenia, Germania) di Ines Tanović.

La giuria del Premio Cineuropa – composta da Valerio Caruso e Jérémy Zelnik – ha attribuito il riconoscimento a Ivy (Turchia, Germania, 2015) di Tolga Karaçelik.

La quarta edizione del Premio Emidio Greco è stata assegnata dalla giuria composta dalla famiglia Greco a Lo so che mi senti (Italia, 2015) di Francesca Mazzoleni.

La giuria del Premio Puglia Show – composta di Francesco Ranieri Martinotti, Francesca Andreoli, Mariolina Gamba – ha assegnato il Premio Centro Nazionale del Cortometraggio, il Premio Augustus Color e il Premio di euro 1000 offerto dalla Contessa Maria Josè Pietroforte di Petruzzi a Tutto su Madeleine di Sabina Andrisano. Menzione speciale, inoltre, a Giuseppe che sapeva volare di Luca Cucci.

Infine, Premio Rai Cinema Channel a Kelime di Federico Mudoni, Premio Unisalento, assegnato dagli studenti del Corso di Fotografia, Televisione del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università del Salento, a Il tradimento di Ippocrate di Giuseppe De Mita e Premio speciale del pubblico a Hector (GB, 2015) di Jake Gavin.

Leggi anche