mercoledì, 15 agosto 2018

Cannes 71: Ladri di biciclette restaurato 70 anni dopo

Cannes 71: Ladri di biciclette  restaurato 70 anni dopo

Cannes, 16 Maggio- Woody Allen, Gabriel Garcia Marquez, Umberto Eco. E ancora Amelio, Scorsese, Spielberg, Ken Loach: non si contano i maestri del cinema mondiale che hanno dichiarato il loro amore per Ladri di biciclette che compie 70 anni e oggi, restaurato, torna sullo scrermo alla Salle Buñuel del Festival di Cannes. Considerato il capolavoro di Vittorio De Sica, Oscar® come Miglior Film Straniero nel ’50 arriva al Festival per Cannes Classics, che festeggia così il 70° dalla sua uscita. Il restauro a cura del laboratorio di Bologna L’Immagine Ritrovata, promosso dalla Cineteca e Compass Film di Stefano Libassi, in collaborazione con Arthur Cohn, Euro Immobilfin, Artedis e con il sostegno di Istituto Luce-Cinecittà mette a fuoco il 1948, in Italia l’’anno dell’entrata in vigore della Costituzione ma anche un passaggio politico e sociale forte tra divisioni laceranti, con il trionfo della Dc alle elezioni e la guerra aperta al pericolo comunista, in una campagna anche di immagine forte, in una povertà illuminata solo dalla promessa della ricostruzione dopo la guerra. Tra leader come de Gasperi e Togliatti (è l’anno dell’attentato) De Sica firma un racconto che ancora 70 anni dopo salda la sua poetica e il clima di quel passaggio storico in una visione solidale, di grande umanità e di profondo realismo. Un segno immortale. Che ancora oggi resta forte.

Leggi anche