domenica, 3 luglio 2022

Between two dawns vince il Torino Film Festival

Between two dawns vince il Torino Film Festival

Rina, 5 dicembre – La giuria di Torino 39 – Concorso Internazionale Lungometraggi presieduta da Ildikó Enyedi (Ungheria), e composta da Alessandro Gassmann (Italia), Evgeny Galperine (Francia), Isabel Ivars (Spagna) ha assegnato il premio come miglior film a BETWEEN TWO DAWNS di Selman Nacar, per la capacitò di raccontare “una storia credibile, che ci fa ridere, emozionare e che ci sorprende. Un film maturo, diretto con sobrietà intelligente e che rivela un nuovo grande talento” spiegano nella motivazione. Il Premio speciale della giuria va ex aequo a EL PLANETA di Amalia Ulman e FEATHERS di Omar El Zohairy. Il premio alla Miglior attrice, è vinto da
GONG SEUNG-YEON per Aloners di Hong Seong-eun e quello per il miglior attore da FRANZ ROGOWSKY con Great Freedom di Sebastian Meise (Austria/Germania).

Gli altri riconoscimenti ufficiali del 39/a edizione:
Miglior sceneggiatura / Best Script a/to:
UNE JEUNE FILLE QUI VA BIEN di/by Sandrine Kiberlain (Francia)
Con la seguente motivazione:
Questa sembra una storia che tutti già conoscono ma è stata raccontata da una angolazione così innovativa e forte che suscita una lettura molto moderna e potente. Non è solo una storia dell’Olocausto. È una storia sull’amore per la vita e sulla scelta di non scendere a compromessi con chi attenta alla nostra libertà… perché se non li combattiamo fin dall’inizio, fin dai più piccoli segnali, potrebbe essere troppo tardi. Il premio per la migliore sceneggiatura viene assegnato a Une jeune fille qui va bien.
With the following motivation:
This feels like a story everybody knows already but it has been told with such a new angle and strength that it gives to it a very modern and powerful lecture. It’s not only a holocaust story, it’s a story about love of live and about the fact that we shouldn’t compromise with attempts to our liberty… because if we don’t fight them from the very beginning, from the very minor signs – it might be too late. The award for best script goes to Une jeune fille qui va bien.

La giuria di Torino 39 Corti presieduta da Ildikó Enyedi (Ungheria), e composta da Alessandro Gassmann (Italia), Evgeny Galperine (Francia), Isabel Ivars (Spagna) assegna i premi:
The jury of Torino 39 Shorts chaired by Ildikó Enyedi (Hungary), and composed of Alessandro Gassmann (Italy), Evgeny Galperine (France), Isabel Ivars (Spain) awards the prizes:

Miglior film / Best Film (2.000 €) a/to:
BABATOURA di/by Guillaume Collin (Canada)

Premio speciale della giuria / Special Giury Award a/to:
NIGHT di/by Ahmad Saleh (Palestina)

TORINO 39 CORTI
La giuria di TFFDoc / Internazionale.doc, composta da Catherine Bizern (Francia), Kristina Konrad (Germania) e Michael Wahrmann (Israele), assegna i premi:
The jury of TFFDoc / Internazionale.doc, composed of Catherine Bizern (France), Kristina Konrad (Germany) and Michael Wahrmann (Israel), awards the prizes:

Miglior film / Best Film (6.000 €) a/to:
918 GAU di/by Arantza Santesteban Perez (Spagna)
Con la seguente motivazione:
L’autrice distoglie lo sguardo dalla vasta tradizione artistica tributata agli eroi politici. Nel sottrarsi alla sua demistificazione quale simbolo pubblico, crea un intimo autoritratto di una donna che trascura la narrazione immaginaria di una combattente per la libertà. La sua voce personale, il suo silenzio e i ricordi che sceglie confrontano le aspettative del pubblico e modellano un racconto personale potente e originale, offrendo quindi una posizione politica. Per la complessità e le tensioni dialettiche presentate in un’opera cinematografica concisa e stratificata, il premio di miglior documentario viene assegnato a 918 GAU, di Arantza Santesteban Perez.

With the following motivation:
The author turns her back on the vast artistic tradition of political heroes’ portraits. While dismythifying herself as a public symbol, she creates an intimate self-portrait of a woman that neglects the imaginary narrative of a freedom fighter. Her personal voice, her silence, and the memories she chooses, confronts public expectations by forming a strong and original personal narrative, and by thus, making a true political stand. For the complexity and dialectic tensions presented in a concise and multi-layered film, the best film award goes to 918 GAU by Arantza Santesteban Perez.

Premio speciale della giuria / Special Jury Award a/to:
ANOTHER BRICK ON THE WALL di/by Nan Zhang (Cina)
Con la seguente motivazione:
Ogni mattone che compone la Grande Muraglia cinese è stato trasportato dall’uomo. Un lavoro svolto da più di 800.000 uomini per più di 20 anni. Nel seguire la ricostruzione di una minima porzione di quell’antica muraglia, riusciamo a provare la dimensione dello sforzo di Sisifo affrontato quasi 2000 anni fa. Allo stesso momento, questa piccola parte della Muraglia rappresenta le diverse classi sociali e le trasformazioni della Cina moderna. Una società che abbandona gli ideali della collettività per concentrarsi sulle aspirazioni capitalistiche e personali degli individui. Per l’epica ma intima e poetica rappresentazione cinematografica, il Premio speciale della Giuria viene attribuito a Another Brick on the Wall di Nan Zhang.

With the following motivation:
Every brick in the great wall of China was carried up by a man. More than 800,000 men, for more than 20 years. As we follow the reconstruction of a very small part of that old wall, we feel the dimension and Sisyphean effort carried out almost 2000 years ago. At the same time, this small part of the wall portrays the different social classes and transformations of modern China. A society that moves from the collective ideals to the personal capitalist aspirations of individuals. For the epic but intimate and poetic filmmaking, the special jury award goes to Another Brick on the Wall by Nan Zhang.

La giuria di TFFDoc / Italiana.doc, composta da Sara Fgaier, Annamaria Licciardello e Davide Maldi, assegna i premi:
The jury of TFFDoc / Italiana.doc, composed of Sara Fgaier, Annamaria Licciardello, and Davide Maldi, awards the prizes:
TFFDOC – Internazionale.doc
TFFDOC – Italiana.doc
Miglior film / Best Film (6.000 €) a/to:
RUE GARIBALDI di/by Federico Francioni (Italia)
Con la seguente motivazione:
Per aver raccontato, con delicatezza, onestà e vicinanza, la storia di due persone, una sorella e un fratello, in un momento di definizione delle loro vite partecipando dei loro sogni e delle loro frustrazioni. Per averci fatto vivere il loro rapporto con il mondo esterno e la città lontana, pur restando chiusi all’interno dell’intimità del loro spazio domestico che diventa rifugio. Una Storia contemporanea, che ci riguarda tutti, fatta di origini che si intrecciano con un futuro da dover ancora scrivere.

With the following motivation:
For having recounted, with delicacy, honesty, and participation, the story of two people, a sister and a brother, at a watershed moment of their lives, sharing in their dreams and their frustrations. For having let us experience their relationship with the outside world and the distant city, all the while remaining closed within the intimacy of the domestic space that has become a refuge. A contemporary story, that regards us all, made of origins that intertwine with a future that is still to be written.

Premio speciale della giuria / Special Jury Award a/to:
COMMEDIA ALL’ITALIANA di/by Fabrizio Bellomo (Italia)
Con la seguente motivazione:
Con un linguaggio semplice, ironico e diretto, il regista si interroga sul presente partendo dalla sua storia familiare e da quella del nostro paese, eredità di una cultura che pesa ancora nelle nostre città e nelle nostre vite.

With the following motivation:
Using simple, ironical, and direct language, the director reflects on the present times, starting from his family’s history and that of Italy, the legacy of a culture that still weighs on our cities and our lives.

La giuria di Italiana.corti, composta da Beatrice Gibson, Max Viale e Carla Vulpiani, assegna i premi:
The jury of Italiana.corti, composed of Beatrice Gibson, Max Viale and Carla Vulpiani, awards the prizes:

Miglior film / Best Film (2.000 €) a/to:
GIOCHI di/by Simone Bozzelli (Italia)
Con la seguente motivazione:
Per il trattamento sperimentale della narrazione che rivisita il tema delle relazioni e degli affetti e per la capacità di esercitare un controllo sui vari elementi del processo filmico.
With the following motivation:
For the narration’s experimental treatment, that revisits the topic of relationships and love, and for its ability to control the various elements of the filmmaking process.

Premio speciale della giuria / Special Jury Award a/to:
LA NASCITA DI UN REGNO di/by Gaia Formenti e Marco Piccarreda (Italia)
Con la seguente motivazione:
Per il merito di aver perseguito una ricerca visiva potente e funzionale e per lo sforzo produttivo nell’ambito di una dimensione familiare che spazia tra mito e fantasia distopica.
With the following motivation:
For having conducted powerful and effective visual research, and for its productive effort within the scope of a family dimension that ranges between myth and dystopian fantasy.

Italiana.corti
La giuria composta da Paola Casella (Italia), Anna Maria Osmólska-Metrak (Polonia) e René Marx (Francia), assegna il premio Fipresci (Premio della Federazione Internazionale della Stampa Cinematografica) per il
The jury composed of Paola Casella (Italy), Anna Maria Osmólska-Metrak (Poland) and René Marx (France), assigns the FIPRESCI (International Federation of Film Critics) award for the
Miglior film / Best Film a/to:
EL PLANETA di/by Amalia Ulman (USA/Spagna)

Leggi anche