giovedì, 21 marzo 2019

Baff, da Enrico Vanzina a Luc Merenda

Baff, da Enrico Vanzina a Luc Merenda

Roma, 13 marzo – Enrico Vanzina, che nella serata d’apertura riceverà il Premio Platinum Dino Ceccuzzi e terrà un incontro con il pubblico, sarà fra i protagonisti dalla 17/a edizione del Baff, BAFF – Busto Arsizio Film Festival, diretto da Steve Della Casa e Paola Poli, in programma dal 30 marzo al 6 aprile. Madrine di quest’edizione sono Daniela Virgilio per l’apertura e per la serata di premiazione Nancy Brilli. Tra gli ospiti anche Anthony La Molinara, premio Oscar
per gli effetti speciali di Spider-man 2, in giuria nel contest per cortometraggi realizzati in Virtual Reality, e Neri Parenti che parlerà di Paolo Villaggio a partire da un’intervista inedita,
pubblicata per la prima volta in occasione del festival, da De Piante Editore, dal titolo Kafka? Qui siamo all’apice della piramide nevrotica.

Tra gli appuntamenti principali ‘Max! Omaggio all’amico Regista Max Croci’, organizzato con Sky Cinema, per ricordare insieme a tanti amici e colleghi, il cineasta e docente, amatissimo dai suoi allievi, prematuramente scomparso l’8 novembre 2018. A Luc Merenda, icona del cinema poliziesco italiano degli anni ’70, che incontrerà anche il pubblico, andrà il Premio Stracult del Baff.

Tra i film ( tutti proiettati alla presenza dei registi) in anteprima troviamo: Il Grande Salto di Giorgio Tirabassi in anteprima assoluta; Le Silence des Papillons di Hamid Basket in anteprima
europea; Soledad di Agustina Macri; Drive me Home di Simone Catania e Bene ma non Benissimo di Francesco Mandelli. In collaborazione con France Odeon saranno proposti A cause des Filles…et des Garçons!? di Pascal Thomas e Comme des Garçons di Julien Hallard, presentato dalla protagonista Vanessa Guide. In ‘Made in Italy – Scuole 2019’, ci sono Quanto basta di Francesco Falaschi, Troppa Grazia di Gianni Zanasi, La prima Pietra di Rolando Ravello, Un giorno all’improvviso di Ciro D’Emilio, Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher, La terra dell’abbastanza di Damiano e Fabio D’Innocenzo.

Non mancano i documentari (sezione Effetto Cinema – Tra piccolo e grande schermo) con titoli come 24/25 Il Fotogramma in Più di Giancarlo Rolandi e Federico Pontiggia, Sono Gassman! Vittorio re
della commedia di Fabrizio Corallo recente Nastro d’Argento e Sex Story di Cristina Comencini. Fra gli altri appuntamenti, Baff in Corto, concorso di 10 cortometraggi italiani, con Cristina Donadio
come Presidente di Giuria e il Premio Lello Bersani assegnato dai Giornalisti Cinematografici – Sngci, un riconoscimento dedicato al giornalismo con le immagini.

Leggi anche