sabato, 21 maggio 2022

Ariaferma vince come miglior film al Baff

Ariaferma vince come miglior film al Baff

Roma, 9 aprile – Con la conclusione della XX edizione del BAFF – B.A. Film Festival arriva l’annuncio di tutti i vincitori 2022 del festival che si è tenuto dal 2 al 9 Aprile a Busto Arsizio.
Il Premio BAFF2022 – Città di Busto Arsizio – Miglior Film a Ariaferma di Leonardo di Costanzo. Il film si aggiudica anche il Premio Baff 2022 – Carlo Lizzani – Miglior Sceneggiatura “Ariaferma è un film geniale, capace di rendere lo spazio chiuso una specie di prateria dell’anima dove persone diverse tra loro devono fare i conti con la propria solitudine. Un film che racconta una storia difficile con rara semplicità ed efficacia”.
Premio Baff 2022 Miglior attrice di serie TV va a Milena Mancini. “Tra cinema, teatro e televisione, Milena Mancini ha al suo attivo film e serie di successo nei quali ha sempre dimostrato grande professionalità e disponibilità nell’interpretare personaggi anche molto diversi tra loro. Il grande successo di “A casa tutti bene” e “Christian” ne sono la prova più evidente”.
Premio Baff 2022 Miglior attrice esordiente va a Lina Siciliano perchè “Il suo esordio al festival di Berlino con “Una femmina” ha svelato un volto nuovo che ha subito saputo far innamorare di sè il pubblico e la critica per la grande intelligenza e capacità nell’interpretare un ruolo difficile”.
Il Premio Baff 2022 Miglior opera prima va a Una Femmina di Francesco Costabile: “Un regista che già dal suo esordio ha dimostrato maturità e padronanza tecnica che hanno saputo fondersi con una grande passione, portando al successo un film appassionato e difficile come “Una femmina”.
Il Premio Baff 2022 Miglior attore va a Giorgio Tirabassi “per la geniale interpretazione in “Freaks Out”, solo una delle tante prove magistrali che Giorgio Tirabassi ha saputo offrire tra cinema, teatro, televisione e musica. Un attore poliedrico nel cui lavoro convivono una grande professionalità, un notevole talento e un’innata simpatia”.
Premio speciale Baff 2022 per il documentario va a Ricky Tognazzi che ne “La voglia matta di vivere” “vede uniti la passione del cinefilo e l’affetto di un figlio nei confronti di un padre che ha saputo sperimentare ai massimi livelli lo spettacolo. Un ritratto appassionato, tenero e personale”.
Va al tre volte premio Oscar Vittorio Storaro il Premio speciale Baff 2022. Un riconoscimento “per una carriera che non ha eguali, un nome che è diventato un mito per tutti i capolavori che ha saputo firmare. Ma soprattutto un uomo che non ha mai avuto timore di sperimentare e che ha saputo rendere la luce centrale in tutte le immagini che ha curato con rara maestria”.
Un premio speciale per festeggiare i quarant’anni di carriera anche al premio Oscar Anthony La Molinara
perchè “in quarant’anni di carriera Anthony La Molinara ha ottenuto il premio più ambito (Oscar per Spider Man2) ma ha soprattutto conquistato un posto importante nell’industria del cinema internazionale grazie alla sua professionalità che gli consente di inventare veri e propri mondi paralleli con i suoi effetti speciali”.
Va a Riccardo Rossi il Premio Speciale Baff 2022 dell’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni
per “la sua intensa attività, suddivisa tra teatro, radio, televisione e cinema, è la prova più evidente di una grande intelligenza e di una versatilità che ha pochi eguali. E, al tempo stesso, la sua simpatia, la sua passione e la sua disponibilità sono un esempio per chi si avvicina allo spettacolo”.

Il Premio BAFF2022 – Made in Italy Scuole, assegnato dagli studenti delle scuole superiori di Busto Arsizio, va a Il Legionario di Hleb Papou.
Per la sezione BAFFinCorto il Premio BAFF2022 – Miglior Corto va a Tutù di Lorenzo Tiberia che vince afrrontando un tema scomodo. “Il film unisce una mano registica sicura a un tema fortemente sentito dai ragazzi e che abbiamo tristemente conosciuto dalle notizie di cronaca recente. La giuria con questo premio riconosce il merito al regista di aver posto attenzione sull’anoressia adolescenziale nel mondo della danza fornendo una soluzione positiva attraverso la speranza”. Sempre per la sezione BAFFinCorto, una menzione speciale a Pillow di Isabel Mazzolini. I riconoscimenti sono stati assegnati dalla giuria composta dagli studenti dell’ICMA – Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni presieduta da Riccardo Rossi.
Il Premio Baff 2022 – B.A. Fim Commission va a Francesco Gesualdi responsabile di Marche Film Commission. “Da sempre attento frequentatore del mondo dello spettacolo, Francesco Gesualdi ha accettato questo importante incarico con la volontà di rendere ancora più efficace l’azione della Film Commission delle Marche. A lui va il nostro augurio, nella certezza che saprà affrontare con intelligenza e capacità questa nuova sfida”.
Il Premio Lello Bersani 2022, assegnato dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI), è andato a Marco Giusti. Un omaggio dei Giornalisti Cinematografici, in collaborazione con il BAFF.
Quest’anno ricade il ventennale e il festival vuole ricordare gli amici che sono venuti nel corso degli anni. Il Premio Amici del BAFF 2022 XX° Edizione va a Laura Delli Colli, Luca Lucini, Maurizio Tedesco e Luciano Sovena.
Già assegnati all’inizio del festival il Premio Dino Ceccuzzi all’eccellenza cinematografica a Bille August e il Premio Speciale Baff 2022 a Franco Nero.

Leggi anche