mercoledì, 16 agosto 2017

Pattinson nella città perduta

Pattinson nella città perduta

Berlino, 15 Febbraio (red. Cin.) – E’ tratto dal libro “Z, la città perduta” di David Grann il film che ha ispirato il regista James Gray per il film The Lost City of Z, presentato in Berlinale Special Gala. E’ un film d’avventura con un protagonista alla Indiana Jones come Charlie Hunnam, ma anche con la coppia Robert Pattinson/Sienna Miller e con  Tom Holland che presto diventerà Spiderman. “E’ stata un’avventura, ho avuto a che fare con ragni e serpenti, e quest’avventura mi ha cambiato, certo, come mi cambiano però tutti i film che faccio”, dice l’attore.

Il film racconta – dal bestseller di David Grann – la storia di Percy Harrison Fawcett, militare, archeologo ed esploratore britannico, vissuto tra il 1867 e morto nel 1925  quando Fawcett entrò insieme al figlio nella giungla amazzonica alla ricerca di una leggendaria città. Una scoperta che non fu mai portata a termine e l’uomo per primo non fece mai ritorno.

“Non ho mai parlato con i discendenti di Fawcett – ha raccontato a Berlino il protagonista del film, Charlie Hunnam –piuttosto con James ho cercato di costruire il personaggio, cercando anche di capire quanto potesse assomigliarmi. Chiunque abbia un sogno è sempre un po’ egoista, ma alla fine segue il senso del destino”.

Pattinson e Sienna Miller? “Ho amato molto l’idea dell’esplorazione di mondo fuori controllo”, ha detto l’attore. “La moglie di Fawcett” ha raccontato lei “era molto moderna, anche nel racconto della sua relazione coniugale”.

Tra i produttori del film, curiosità, c’è anche Brad Pitt che tra l’altro avrebbe dovuto interpretare proprio il ruolo del protagonista.

 

 

 

 

 

 

Leggi anche