mercoledì, 11 dicembre 2019

Alice nella città, da Jolie – Pfeiffer ai fratelli Dardenne

Alice nella città, da Jolie – Pfeiffer ai fratelli Dardenne

Roma, 3 ottobre – Alice nella città, la sezione dedicata alle giovani generazioni della Festa Internazionale del Cinema di Roma (17 – 27 ottobre) presenterà un programma di anteprime assolute, esordi alla regia e conferme originali. 12 le opere del Concorso Young Adult, 7 eventi speciali e 3 serie. Mentre il programma di Alice Panorama, raccoglie 12 film a cui si affiancherà la selezione del Panorama Italia con 12 lungometraggi e 5 eventi speciali fuori concorso, 30 cortometraggi (12 in concorso, 13 fuori concorso e 5 scuole
in corto) selezionati in collaborazione con Premiere Film. Una selezione che come per la
passata edizione metterà l’accento sul cinema italiano con proiezioni di film, documentari e cortometraggi di giovani promesse.
Il film di preapertura di Alice nella città è l’anteprima europea di Maleficent – Signora Del Male di Joachim Rønning con Angelina Jolie e Michelle Pfeiffer che il 7 ottobre saranno a Roma non solo per accompagnare il film in una premiere che promette magie, ma saranno anche protagoniste di un incontro con gli studenti delle scuole di cinema.

Saranno 12 i film a partecipare al concorso Young Adult, votati da una giuria composta da 23 ragazzi e ragazze selezionati su tutto il territorio nazionale.In gara, fra gli altri, il documentario di Emanuele Gerosa, One More Jump, in cui i ragazzi del Gaza Parkour Team, sognano di partire all’avventura pieni di attese. L’attivista e cineasta iraniana per i diritti delle donne Mahnaz Mohammadi, affronta con Son-Mother la situazione femminile nell’attuale Iran. Contro-storie, tutte al femminile che hanno la forza
di raccontare, con immagini non troppo rimuginate, le ribellioni necessarie per ridefinire i limiti, i ruoli e le regole indispensabili per uscire da codici e canoni protetti, come Beyond The Horizon di Delphine Lehericey con Letitia Casta, storia d’identità intensa e fragile. Carolina Hellsgård in Sunburned racconta una stagione in cui tutti noi ci siamo sentiti veramente liberi, dove gli adulti non sono contemplati, non hanno volto. Tra vicende quotidiane,passioni e pomeriggi di giochi e vacanze, emergono i segreti di un’estate che nel film di Martin Turk,Don’t Forget To Breathe. Camille, nel film dal sapore autobiografico di Sarah Suco The Dazzled, rivendica la sua libertà da una comunità Cattolica, che mette in dubbio i suoi desideri, la sua vita sociale e i suoi tormenti interiori; Leigh nel film di Eva Riley, Perfect 10 si ritrova travolta in un mondo di attenzioni di cui ha sempre avuto disperatamente bisogno. Emiliano Cunha, in Lane
4, porta al disvelamento di sé stessi in un ambiguo sentimento che rovescia drammaticamente il banco delle apparenze. Cleo, nel film di Eva Cools usa il corpo come strumento d’indagine per raccogliere la memoria di un ricordo che le ha lasciato cicatrici profonde. Lola, incarnata sullo schermo da Mya Bollaers, una giovane attrice trans al suo primo ruolo, offre il ritratto di una ragazza transgender di 18 anni, al quale dona la sua energia folle. Laurent Micheli, al suo secondo lungometraggio,usa lo strumento del road-movie per raccontare il viaggio di un padre – interpretato dal sempre impressionante Benoît Magimel.

Fra le Proiezioni Fuori Concorso La Giovane Eta’ di Luc e Jean-Pierre Dardenne che racconta il destino del giovane Ahmed, tredici anni, combattuto tra gli ideali di purezza professati dal suo imam e i richiami della vita. Inoltre i due cineasti belgi incontreranno il pubblico di Alice nella città nella Lezione di Cinema di giovedì 24 ottobre aperta al pubblico. Matares di Rachid Benhadj è il dialogo fulminante di due infanzie, di due destini che s’intrecciano e si sovrappongono.

Tra gli eventi speciali, ad aprire la programmazione family sarà il film Ailo – Un’avventura tra i ghiacci, primo lungometraggio firmato da un grande autore di documentari sugli animali: Guillaume Maidatchevsky. Ad accompagnare il film al festival oltre al regista anche Fabio Volo che ha prestato la voce al film. Sfileranno sul red carpet i doppiatori della dark family più famosa del mondo la famiglia Addams attesissimo cartone animato realizzato con una grafica in stop-motion, Alessandro Siani torna al cinema con Il Giorno più bello del mondo una fiaba contemporanea di cui è anche protagonista insieme a un gruppo di bambini alquanto speciali. A chiudere la programmazione Family il film, diretto da Lino DiSalvo, capo dell’animazione per
Frozen e supervisore di Bolt e Rapunzel della Disney, Playmobil The Movie il primo
lungometraggio ispirato agli amati e pluripremiati omonimi giocattoli ad accompagnare il film in uscita nelle sale italiane a Natale oltre al regista le voci italiane del film Cristina d’Avena e J-Ax.

In Alice Panorama sono 12 i film che comporranno il programma che Alice nella città dedica al Panorama; opere, da Light Of My Life, del premio Oscar Casey Affleck, al racconto d’esordio di Maura Delpero, Maternal, l’unico film italiano resente nella selezione. Con Zombi Child, Bertrand Bonello porta avanti il percorso già intrapreso in Nocturama – già ad Alice nel 2016 – legando la messa in scena dell’adolescenza con la morte e la fine della civiltà. Per Alice Panorama Italia, fra gi altri, Bellissime di Elisa Amoruso, riflessione su cosa sia oggi, essere bambine, adolescenti e madri; il nuovo film di Francesco Fei, Mi Chiedo Quando Ti Mancherò, road movie senza confini fisici e mentali. Elisa Mishto presenta il suo primo lungometraggio di finzione il cui titolo, Stay
Still, riassume il principio attorno al quale la sua protagonista, Julie (Natalia Belitski) insieme ad un inedito Giuseppe Battiston, organizza la sua vita.

Leggi anche