sabato, 19 settembre 2020

Addio a Umberto Lenzi

Addio a Umberto Lenzi

Roma, 19 ottobre -E’ morto oggi a Ostia a 86 anni Umberto Lenzi uno dei protagonisti della stagione dei cosiddetti poliziotteschi italiani. Nato a Massa Marittima il 6 agosto 1931, ato a Massa Marittima, si era diplomato al centro sperimentale di cinematografia di Roma.Ha debuttato alla regia con Le avventure di Mary Read. Tra gli anni ’60 e gli anni ’70 è stato fra i protagonisti del cinema di genere e in particolare dei poliziotteschi con film come Milano odia: la polizia non può sparare, Roma a mano armata e Napoli violenta. E’ Stato lui a rendere Tomas Milian il volto di “Er Monnezza”. Negli ultimi anni si era dedicato all’attività di romanziere.

Ha sempre amato i film di genere ”perché la gente va al cinema per ridere o per piangere o per avere paura – aveva spiegato in un’intervista a La stampa -. E poi perché amo la storia e con i film di genere sono riuscito a raccontare la storia d’Italia. I gialli vip servivano per raccontare l’Italia del boom, i poliziotteschi l’Italia cupa degli Anni Settanta, dove si sparava per strada. Solo i cannibaleschi sono orrendi e li ho girati per pagare le tasse. I film che ho amato di più sono quelli storici, come Attentato ai tre grandi, del ’67, in cui raccontavo il tentativo tedesco di far fuori Churchill, episodio oscuro in cui morì Leslie Howard, attore di Via col vento. Se non avessi fatto il regista, avrei insegnato storia contemporanea”.

Leggi anche