mercoledì, 14 novembre 2018

A Toronto poker di autori, il cinema italiano al Festival

A Toronto poker di autori, il cinema italiano al Festival

Roma, 14 Agosto- Sorrentino, Garrone, De Angelis e Minervini. Questo il poker di autori italiani che arriverà a Toronto, al Festival in programma dal 6 al 16 settembre, in diverse sezioni. Unico italiano in Masters è Loro di Paolo Sorrentino, in anteprima mondiale nella sua versione internazionale, con le due parti unite in un unico film. Da qui il film, che ha una distribuzione statunitense e canadese, inizierà il suo viaggio internazionale. In competizione è stato selezionato Dogman di Matteo Garrone, che da qui lancerà la sua campagna per le uscite nordamericane.
Dal concorso di Venezia arriva il nuovo film di Roberto Minervini, What you gonna do when the world’s on fire?, riflessione sull’intensificarsi dell’odio razziale negli Stati Uniti e ritratto di una comunità afroamericana che combatte per avere giustizia. E sempre in anteprima mondiale il nuovo potente film di Edoardo De Angelis, Il vizio della speranza, in Contemporary World Cinema. Atteso l’annuncio di un quinto titolo in anteprima mondiale. Sono da segnalare anche le co-produzioni che in quota minoritaria battono bandiera tricolore: Imminente, immanente di Carlo Fransisco Manatad, in Short Cuts; Todos lo saben di Asghar Farhadi in Galas, e Walking on water di Andrey Paounov in TIFF Docs.

Leggi anche