sabato, 20 luglio 2019

A Luca Guadagnino il Nastro Europeo del trentennale

A Luca Guadagnino il Nastro Europeo del trentennale

Cannes, 15 maggio – Va a Luca Guadagnino il Nastro d’Argento europeo del trentennale che, per la prima volta a Cannes, celebra quest’anno un compleanno speciale per il riconoscimento nato nel 1989 che continua a premiare, da allora, il meglio del cinema d’autore. L’annuncio oggi a Cannes in occasione del lancio della prossima edizione del Nastri d’Argento che avranno al Teatro Antico di Taormina il gran finale della 73.ma edizione dopo l’annuncio delle ‘cinquine’ e la consegna dei primi premi nel corso della cerimonia romana del 30 Maggio prevista, ormai da anni, al Museo MAXXI.

Luca Guadagnino è oggi tra gli autori italiani più amati e premiati nel mondo. Entra quindi ‘di diritto’ per i Giornalisti Cinematografici, tra i grandi nomi di un palmarès europeo che ha già reso omaggio nella sua storia ai più importanti e significativi autori del cinema europeo assegnato, dall’89 ad oggi, tra gli altri, a registi come John Cleese, Krzysztof Kieślowski, Philippe Noiret, István Szabó, Aki Kaurismäki, Ken Loach, Alain Resnais, Theo Angelopoulos, Alan Parker, Jerzy Stuhr, Radu Mihăileanu, Emir Kusturica, Pedro Almodóvar, Andrzej Wajda, un anno fa a Sally Potter e, tra gli autori italiani, finora solo a Matteo Garrone.

In questi trent’anni il premio è andato anche ad alcuni attori fra i più rappresentativi del cinema europeo come Isabelle Huppert, Claudia Cardinale, Fanny Ardant, Malcolm McDowell, Sergio Castellitto e, ancora, Vincent Lindon, Tilda Swinton, Michel Piccoli, Valeria Bruni Tedeschi, Krisztof Waltz, Laura Morante, Lambert Wilson, Juliette Binoche, Monica Bellucci,

L’annuncio oggi a Cannes nell’ambito dell’incontro dedicato al Grande Cinema al Teatro Antico, doppio evento che avvicina quest’anno le date dei Nastri e del Taormina Film Fest festeggiati a Cannes alla presenza del Sindaco di Taormina Mario Bolognari e del Commissario della Fondazione Taormina Arte Pietro Di Miceli con un saluto di Sandro Pappalardo, Assessore al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Sicilia.

Leggi anche